Voglio cambiare.

Leggere il regolamento e presentarsi è ben gradito in questo forum.
Convegni, cene, feste, seminari corsi, vacanze, incontri amichevoli tra amici Fruttaliani.
Rispondi
satrib
Messaggi:2
Iscritto il:24/01/2014, 3:52
Voglio cambiare.

Messaggio da satrib » 24/01/2014, 4:09

Basta! mi sono rotto! non ce la faccio più!
Ho 22 anni e gia mi sembro un vecchio! sto scrivendo alle 4 della notte! mi sono appena svegliatè o perchè mi ribolliva la pancia per quello che ho mangiato ieri sera!
La mia vita sembra in declino... Mangio malissimo, ho vari problemi con l' alimentazione, come per esempio usare il cibo come soddisfazione... Si ! perchè la mia vita a parte per qualche aspetto non è così soddisfacente!
Mi sono iscritto a questo forum per disperazione! Vedo un declino in me! MOLTO VELOCE! Voglio cambiare alimentazione, ma non solo! quello è il meno... vedo spesso persone depresse con pochissima energia anche se cura molto l' alimentazione, l'alimentazione non risolve tutto! voglio vincere la sfida! Fin ora ho solo perso, da oggi in avanti mi impegno nel meglio!
In fondo uno dei miei valori che guida la mia vita è di rifuggere dalla mediocrità. Odio la mediocrità! e invece mi ci ritrovo immerso fino al collo... L' Italia parliamoci chiaro è piena di mediocri. Io pure mi ritengo tale per ora... e mi faccio proprio schifo, non sopporto questa situazione.

Questo è un piccolo sfogo... avrete capito che mi sono rotto e volgio cambiare! voglio smettere di commettere i soliti errori.

Il motivo per cui mi sono registrato in questo sito è una riflessione... Mi ricordo quando ero piccolo, avrò avuto 7 anni o meno. Non mi piaceva nulla di quello che mi davano da mangiare! Formaggio, pasta, carne arrosto! Mentre mi ricordo che senza che nessuno mi invitasse a mangiarle coglievo felice le ciliegie dall' albero!
La frutta è stupenda! non mi ha mai fatto male! invece tutta questa marea di cibi elaborati mi sta consumando... me ne rendo conto!

Scusate lo sfogo! Sono felice di aver preso consapevolezza di tutto questo!
W la frutta!

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi:2643
Iscritto il:01/02/2011, 14:44
Località:ROMA
Contatta:

Re: Voglio cambiare.

Messaggio da Luca » 24/01/2014, 20:32

Ciao Satrib , benvenuto nel forum fruttalia :D
e come sempre viva la frutta ;)

Un suggerimento proposta per aiutarti a cambiare, è quello di amare se stessi e l'ambiente intorno a noi.
Spesso non è facile, ma è la via del cambiamento per eccellenza.

Prova a riscrivere il tuo sfogo in modo propositivo, dandoti le linee guida per le soluzioni possibili.

Cambiare ottica sulla vita ci permette di vedere dettagli prima nascosti. :)

Io provo spesso questa tecnica ;)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
ViM
Messaggi:30
Iscritto il:05/07/2012, 2:45
Località:Taranto

Re: Voglio cambiare.

Messaggio da ViM » 25/01/2014, 0:36

Ciao Satrib,
benvenuto, sono certo che troverai qui tutta l'accoglienza e il supporto che ti aspetti.

La tua voglia di cambiamento e' senza dubbio lodevole, visto che senti il tuo corpo soffrire per quello che gli succede.
Il cambiamento puo' avvenire in vari modi e per vari motivi, e il modo per iniziare a cambiare puo' partire da:
- lato psicologico (decido di andare da uno psicologo; oppure mi iscrivo ad un percorso di meditazione),
- lato fisico/strutturale (decido di iscrivermi in palestra),
- lato biochimico (decido di migliorare la mia alimentazione).

E sono tutti manifestazione di una sola cosa: sano amore per se stessi.
Inoltre, questi tre lati del triangolo, costituiscono il tuo equilibrio e la tua salute (triangolo della salute).

Tuttavia, alterare uno dei lati del triangolo produce conseguenze anche sugli altri due, e' cosi' che agire solo sul lato bio-chimico, seguendo l'alimentazione storica (60 milioni di anni di evoluzione) e naturale del tuo corpo (cibi crudi, non trasformati e gustosi, alias frutta) puo' sicuramente innescare il processo di cambiamento, ma se gli altri lati del triangolo non gli stanno dietro, e non agirai anche su di loro finiranno con il riportare il triangolo alla precedente condizione, o di destabilizzarlo ancor piu'.

E' per questo che ti consiglio di operare su tutti e tre i lati insieme,
ti consiglio 3 libri che mi hanno appassionato e che ho amato, uno per ogni aspetto/lato del triangolo:

- lato psicologico > Cheri Huber, "In te non c'e' nulla di sbagliato"
- lato fisico/strutturale > Bertinetto Bartolomeo Davide, "Matevo"
- lato biochimico > Luca Speranza e Silvio Sciurba, "Fruttalia"

Infine, vorrei dire che per quanto il nostro corpo possa influenzarci segnalandoci i suoi disagi, con dolori, sintomi etc. etc. molto di quello che facciamo passa attraverso un importante sistema di controllo, la nostra mente/psiche.

Il nostro corpo puo' indicarci chiaramente con i sintomi cosa gli fa bene e cosa male, ma non potra' decidere cosa e come mangiare, bypassando le tue scelte razionali o irrazionali. Non potra' metterti in trance o disattivare la tua parte psicologica, ogni volta che devi pranzare per far si che mangi solo quello che gli fa bene, per poi riattivarti quando sara' sazio.
Sara' la nostra psiche che davvero guidera' e, ti auguro, coronera' il tuo sogno.

Per questo segui il tuo istinto, ma non trascurare di seguire insieme ad un percorso di transizione alimentare,
anche un percorso di transizione spirituale. Per questo ti consiglio vivamente di leggere i libri di Cheri Huber, per me sono stati un meraviglioso supporto, ti auguro di trovarne altrettanto.

In ogni caso, segui il percorso che l'amore per te e il tuo corpo sapranno indicarti,
con i miei piu' sinceri auguri per il tuo percorso.
Vito.

FedericoL
Messaggi:59
Iscritto il:28/10/2013, 12:10

Re: Voglio cambiare.

Messaggio da FedericoL » 27/01/2014, 21:51

Vito il tuo post è davvero molto interessante come altri tuoi che ho letto quindi ti faccio i complimenti e ti ringrazio per il tuo condividere le tue esperienze/conoscenze.
Non avevo mai sentito parlare di "triangolo della salute": incosciamente mi sono spesso reso conto (con episodi tangibili) della concatenazione tra fisico/mente/alimentazione però pensavo fosse una situazione molto personale. Ma ci sono dei testi in merito?

Satrib, benvenuto. Anche sono piuttosto nuovo del forum quindi non mi sento di darti consigli particolari (ma ci sono molti esperti che sicuramente te ne daranno) però penso che ci sia un aspetto molto positivo nella tua attuale situazione; e cioè che provi una situazione di disagio ma hai voglia di cambiare ed hai indivuduato un percorso chiaro e che ritieni interessante. A 22 anni non è poco... Anche io alla tua età ho attraversato momenti di difficoltà ma non riuscivo a trovare la mia (le mie strade) e mi facevo spesso prendere dalla frenesia (di volere tutto e subito con successiva frustrazione quando le cose poi non si concrettizavano). Quindi ho capito che bisogna perseverare ed essere pazienti.

Avatar utente
ViM
Messaggi:30
Iscritto il:05/07/2012, 2:45
Località:Taranto

Re: Voglio cambiare.

Messaggio da ViM » 01/02/2014, 18:05

Ciao Federico,
ne ho sentito parlare ad una Conferenza organizzata a Roma proprio da Luca Speranza di Fruttalia.
In occasione di un FruitFest. Ne parlava il dott. Giuseppe Cocca.

Ecco un suo video:
http://www.youtube.com/watch?v=TVBUUAgL ... VBUUAgLxkY[/youtube]

Sicuramente i tre aspetti vanno insieme, poi non credo ci sia una formula matematica che concatena i tre lati.
In effetti ho notato che il più debole dei tre, influenza e blocca gli altri.
E questo è facile da sperimentare a livello empirico.
Io ad esempio sono partito cambiando alimentazione, ma poi, da quando ho iniziato un percorso di crescita "spirituale"/mentale ho ottenuto ulteriori giovamenti e miglioramenti generali e anche nell'alimentazione.

Adesso proverò a fare un ulteriore salto qualitativo, lavorando sul lato strutturale, l'attività fisica.
Non ho mai fatto attività fisica da quando ho iniziato l'università in poi e vedremo cosa accadrà! :)

Scrivimi pure se credi che i miei esperimenti, possano servirti di confronto.

I miei auguri e a presto,
Vito.

Rispondi