Presentazione

Leggere il regolamento e presentarsi è ben gradito in questo forum.
Convegni, cene, feste, seminari corsi, vacanze, incontri amichevoli tra amici Fruttaliani.
Rispondi
ChiccoB
Messaggi: 8
Iscritto il: 28/03/2014, 0:14

Presentazione

Messaggio da ChiccoB » 28/03/2014, 1:49

Un saluto a tutti del forum.

Mi sono appena iscritto anche se, da qualche tempo, leggevo e seguivo i vari messaggi del sito. Io sono Chicco, dalla provincia di Parma. Pratico il barefooting da molti anni, da circa 8 anni. Inizialmente, i primi tempi, per la voglia e la curiosità di sperimentare questa "disciplina", che io definisco più semplicemente un piacere, ho avuto modo di andare in giro scalzo dappertutto. Negozi, luoghi pubblici: sono state "mete" da me vagliate in maniera costante.

Poi circa due anni fa, a causa di un virus (Varicella...) ho avuto uno stop forzato per quanto riguarda le mie uscite scalzo. E questo periodo mi ha fatto riflettere su alcuni aspetti dell'andare in giro scalzo. O meglio, dei miei personali aspetti dell'andare scalzo. Ho fatto alcune personali riflessioni su alcuni fattori che, con gli anni ho maturato. Innanzitutto, come ho detto all'inizio del mio messaggio, personalmente ho sempre associato il barefooting ad una "disciplina", ed anche ad una salutare ginnastica del piede, estesa a tutto il corpo.

Da molti anni faccio delle camminate abbastanza intense, anche se non sono un grande podista e le ho sempre fatte ancor prima di andare scalzo. Ho quindi avuto il desiderio di unire il piacere della camminata (inizialmente sempre con le scarpe) al piacere della camminata a piedi scalzi. E quì mi si è aperto un nuovo mondo. Che nemmeno sapevo esistesse. La prima sensazione che ho avuto è stata la grande agilità con cui camminavo: era come se avessi avuto 10 chili in meno. Ho notato da subito che, nonostante avessi sempre avuto una camminata "svelta", facendola scalzo, aumentavo la velocità. Dimezzando la fatica ed avendo più fiato. Tutto questo mi ha dato la voglia di proseguire con molta energia le camminate scalzo, e le scarpe in questo frangente, sono praticamente scomparse.

Con le mie sperimentazioni, ho via via aggiunto altre "attività" che presumevo potessi svolgere a piedi scalzi. Innanzitutto, essendo musicista, (insegno Pianoforte), ancor prima di intraprendere il barefooting, spesso suonavo scalzo. Ma da quando ho capito l'importanza dell'assoluta sensibilità dei piedi nudi, il suonare scalzo mi ha dato modo di venire ancor più a diretto contatto con lo strumento, tanto che, anche se non lo faccio in pubblico, ( per motivi di estetica) quando sono in casa, suono regolarmente a piedi scalzi. Ho avuto modo di vedere, specialmente nel musicisti di nuova generazione, che alcuni pianisti, batteristi, organisti, stanno poco per volta preferendo suonare scalzi. In verità, sono pochi quelli che lo stanno facendo, purtroppo per il motivo che, sul palco, specialmente se è d'obbligo una "divisa", o se si suona nell'ambito di Teatri, oppure in location classiche, la scarpa è necessaria.

Una delle prime sperimentazioni che ho fatto, e questo ancor prima di "sapermi" barefooter- sin da piccolo ho sempre amato stare scalzo, anche se nella fase dell'adolescenza, mi vergognavo da morire al solo pensiero di farmi vedere a piedi nudi- è stato il guidare scalzo. Personalmente, non c'è modo migliore per essere in perfetta sintonia con la vettura. Ma di questo, caso mai ne parlerò in futuro. La terza esperienza che ho fatto, in tema di barefooting, è stato l'andare in bicicletta scalzo. Anche in questo contesto, (che in questo caso pratico solo d'estate), ho constatato che pedalo con metà fatica, e grazie alla presa delle dita sui pedali della bici, la pedalata e la velocità è molto aumentata, e la fatica, come per la camminata, è molto diminuita. Poi ho notato che, pedalando scalzi, è un modo molto rapido per irrobustire le piante dei piedi.

Dico questo perchè, soprattutto i primi tempi in cui camminavo scalzo, specialmente quando non ero ben allenato, dopo le prime centinaia di metri, avevo spesso brutta scoperta di trovarmi le piante dei piedi "levigate", cioè mi ritrovavo la pelle dei piedi, come se mi ci fossi passato in maniera esagerata la pietra pomice. Tanto che, dopo una camminata scalzo, per qualche giorno, diventava molto doloroso anche camminare con le scarpe.

Tornando per un attimo al mio personale "bilancio" sul "dove", "come" e "quando" andare scalzo, dopo aver appunto sperimentato i luoghi pubblici, e quant'altro, ho selezionato quelli che possono essere i momenti in cui per me è fattibile stare a piedi nudi: sinceramente, ed anche se in questi contesti non c'è nulla di sbagliato, io evito di andare nei supermercati, negozi o simili a piedi nudi. Non per motivi particolari, ma in questi contesti non mi sono mai sentito a mio agio.

Oppure evito, per esempio, di andare nelle case di amici o amiche a piedi nudi, soprattutto quando so che facendo questo, metterei in difficoltà le persone che non condividono la mia idea. Stavo dimenticando una cosa per me molto importante: fra tutti i piaceri e le sensazioni che ne derivano, uno dei piaceri impagabili, soprattutto in estate, è quello di annaffiare il prato del giardino, ovviamente a piedi nudi. L'anno scorso, ho voluto rinnovare il prato, e sono riuscito a vangare il terreno a piedi nudi - (sono stato preso per un marziano dai vicini di casa e dalla gente che mi vedeva in azione... ). E con questo, concludo il mio messaggio chilometrico...

Chicco.
Ultima modifica di ChiccoB il 05/04/2014, 1:30, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Varda
Messaggi: 288
Iscritto il: 23/04/2011, 21:36
Località: Carmignano (PO)

Re: Presentazione

Messaggio da Varda » 28/03/2014, 21:46

Grande Chicco :!: :D :o

Grazie di questa saggia e toccante condivisione.

Anch'io ho sperimentato il guidare a piedi scalzi. Meraviglioso.

Ho letto con attenzione anche i tuoi altri consigli ( a proposito complimenti per la scrittura! Neanche UN errore di battitura o sintassi, ma fai l'editor di professione? 8-) :lol: ) e vedrò di sperimentarli.

Ciao e...ben arrivato
"Ci sono solo due modi di vivere la vita: uno è il modo giusto, l'altro è quello sbagliato.
Il modo giusto consiste nel dare, nel dividere quello che si ha, nell'amare.
Il modo sbagliato è quello di prendere, di sfruttare, di accumulare"

Osho

ChiccoB
Messaggi: 8
Iscritto il: 28/03/2014, 0:14

Re: Presentazione

Messaggio da ChiccoB » 29/03/2014, 0:27

Varda ha scritto:Grande Chicco :!: :D :o

Grazie di questa saggia e toccante condivisione.

Anch'io ho sperimentato il guidare a piedi scalzi. Meraviglioso.

Ho letto con attenzione anche i tuoi altri consigli ( a proposito complimenti per la scrittura! Neanche UN errore di battitura o sintassi, ma fai l'editor di professione? 8-) :lol: ) e vedrò di sperimentarli.

Ciao e...ben arrivato
Ti ringrazio per la risposta e soprattutto per l'apprezzamento della mia scrittura. No, non faccio l'editore, ma cerco di impegnarmi al fine di avere una scrittura decente... ahahaha!! Beh, di consigli, non ne ho molti da dare, se non quello di sperimentare il più possibile tutte le "sfaccettature" che presenta il barefooting. Riguardo la guida a piedi scalzi, posso dirti che è una costante per me. Ma di questo, come avevo detto nel messaggio di presentazione, ne parlerò più avanti, in maniera più dettagliata. Anche perchè ho fatto scoperte importanti e molto utili, sia per quanto riguarda la comodità, sia per un altro importante motivo, che merita di essere menzionato, ma in una giusta sessione.

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Presentazione

Messaggio da Luca » 30/03/2014, 13:59

Benvenuto Chicco e complimenti anche da parte mia associandomi a quelli di Andrea(Varda).
Con i tasti delle tastiere ci litigo spesso per scrivere veloce ah ah ah :lol: :lol:

Sono contento che sarai qui e potrai raccontare la tua esperienza
;)
Grazie :D
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

ChiccoB
Messaggi: 8
Iscritto il: 28/03/2014, 0:14

Re: Presentazione

Messaggio da ChiccoB » 30/03/2014, 21:30

Grazie del benvenuto a Luca. E grazie del consiglio, per altro molto prezioso nel darmi una "dritta" affinchè i messaggi abbiano "più respiro"... ;-)

Avatar utente
Varda
Messaggi: 288
Iscritto il: 23/04/2011, 21:36
Località: Carmignano (PO)

Re: Presentazione

Messaggio da Varda » 02/04/2014, 20:54

ChiccoB ha scritto: Anche perchè ho fatto scoperte importanti e molto utili, sia per quanto riguarda la comodità, sia per un altro importante motivo, che merita di essere menzionato, ma in una giusta sessione.
Beh...adesso mi incuriosisci assaje
"Ci sono solo due modi di vivere la vita: uno è il modo giusto, l'altro è quello sbagliato.
Il modo giusto consiste nel dare, nel dividere quello che si ha, nell'amare.
Il modo sbagliato è quello di prendere, di sfruttare, di accumulare"

Osho

ChiccoB
Messaggi: 8
Iscritto il: 28/03/2014, 0:14

Re: Presentazione

Messaggio da ChiccoB » 03/04/2014, 0:03

Bene, scriverò al più presto un post riguardante la guida a piedi scalzi.

Avatar utente
Varda
Messaggi: 288
Iscritto il: 23/04/2011, 21:36
Località: Carmignano (PO)

Re: Presentazione

Messaggio da Varda » 04/04/2014, 20:57

Visto. Molto interessante e utile. :D

Apprezzo anche la tua consapevolezza e presenza in ciò che fai ;)
"Ci sono solo due modi di vivere la vita: uno è il modo giusto, l'altro è quello sbagliato.
Il modo giusto consiste nel dare, nel dividere quello che si ha, nell'amare.
Il modo sbagliato è quello di prendere, di sfruttare, di accumulare"

Osho

ChiccoB
Messaggi: 8
Iscritto il: 28/03/2014, 0:14

Re: Presentazione

Messaggio da ChiccoB » 04/04/2014, 22:45

Varda ha scritto:Visto. Molto interessante e utile. :D

Apprezzo anche la tua consapevolezza e presenza in ciò che fai ;)
Grazie ancora per l'apprezzamento!!!

Rispondi