Pagina 1 di 1

Il rapporto mente–cibo

Inviato: 31/01/2012, 23:02
da coscienzasalute
Scopri come la mente condiziona le scelte e le abitudini alimentari
In questo corso sono trattati i principali meccanismi mentali in relazione al cibo che insorgono o si manifestano nelle diverse fasi della vita dal concepimento alla vecchiaia.
Lo scopo è quello di fornire al partecipante gli strumenti utili ad acquisire la più ampia consapevolezza possibile sugli schemi mentali semplici o complessi che condizionano il nostro comportamento alimentare.

Alla base delle scelte alimentari di ciascuno ci sono sempre dei meccanismi mentali che sono comuni a tutti nonostante ciascuno abbia un vissuto completamento diverso; è un po’ come avviene per certe automobili che seppur diverse fra loro hanno dei motori che seguono tutti gli stessi principi di funzionamento.

La gran parte della gente trova difficile cambiare le proprie abitudini alimentari scorrette sia per mancanza di informazioni adeguate e obiettive, ma soprattutto per l’incapacità di liberarsi da pulsioni e attaccamenti che schiavizzano letteralmente l’individuo e lo costringono suo malgrado a comportamenti aberrati e lesivi della salute propria e di quella dei propri figli, oltre che dell’intero eco sistema del pianeta.

Molte persone, infatti, si rendono conto dei propri problemi con l’alimentazione, oppure vorrebbero adottare regimi alimentari più vicini ai valori dettati dalla propria coscienza, ma fanno fatica a mettere in pratica le modifiche al proprio stile di vita alimentare perché fondamentalmente sentono e credono che pulsioni ed attaccamenti siano “più forti di loro”.

Perché si è inclini a certi comportamenti alimentari e non ad altri? Quali sono le cause di eventuali rapporti conflittuali col cibo? Cosa bisogna sapere per acquisire una nuova Consapevolezza Alimentare che sia all’altezza del naturale bisogno di evoluzione della coscienza?C’è anche la questione dell’influenza delle memorie genetiche (ereditate fin dal concepimento) sui problemi di alimentazione.

Il vissuto dei nostri genitori ed avi, condizionano il nostro rapporto col cibo perché nell’embrione vengono trasferite, a figli e nipoti, esperienze del loro passato che ci possono portare ad assumere comportamenti alimentari anche aberrati.

La maggior parte delle persone accusa problemi alimentari che si manifestano come pulsioni incontrollate verso gli alimenti apparentemente più innocenti (dolci, cioccolato, latticini, carni e salumi, prodotti di pescheria, pane, pasta, pizza, vino, caffè, ecc. ecc.) i quali sono in grado di determinare le più comuni intolleranze alimentari, un aggravamento dello stato di salute e del livello energetico, stati depressivi o comunque l’abbassamento della qualità della vita.

A ciò si aggiungono problemi col cibo sempre più complessi e gravi che portano ad obesità, ad anoressia-bulimia, a intolleranze ed allergie che tolgono all’individuo persino la gioia ed a volte la speranza di vivere.

In questo corso non troverete approfondimenti su diete o particolari metodi nutrizionali che diano consigli e indicazioni su cosa sia giusto mangiare, (a parte qualche riflessione al riguardo), ma scoprirete piuttosto perché ciascuno si comporta col cibo nel modo in cui si comporta.

Questo corso si propone di dare una mano a tutti coloro che desiderano comprendere le relazioni strette, anzi strettissime che esistono fra il normale funzionamento della propria mente e le proprie abitudini e pulsioni alimentari che spesso possono costituire un problema. Comprendere le vere cause di ogni problema, come si sa, rappresenta il passo più importante verso la soluzione.

ALCUNI ARGOMENTI DEL CORSO:
• Il rapporto fra stati d’animo emozionali ed alimentazione.
• Differenza fra i pensieri prodotti dalla mente e quelli prodotti dal corpo.
• Alimentazione e memorie genetiche e territoriali.
• Meccanismi mentali nell’alimentazione: fase neonatale, prima infanzia, adolescenza, età adulta, età anziana.
• Alimentazione e concepimento.
• Il Meccanismo dei Campanelli di Allarme.
• Il Meccanismo Mentale del Copiare.
• Accordi e compromessi nell’alimentazione.
• “Perché proprio quando sto andando bene, poi sgarro?”.
• I fallimenti nelle diete: come superarli.
• Essere d’esempio o farsi accettare?
• Come innalzare la Soglia Energetica dell’organismo.
Docente: Dott. Michele Riefoli
Esperto di Alimentazione Naturale Integrale Consapevole, insegnante del Metodo Firoella Rustici, ricercatore dei meccanismi mente-corpo e ti tecniche per il recupero energetico fisico e mentale, autore dei libri: "Il rapporto mente-cibo" (Armando Editrice - 2006) e "Mangiar Sano e Naturale con Alimenti Vegetali e Integrali" (Macro Edizioni - 2011).

25 e 26 Febbraio (Sabato e Domenica)
Orario del corso: 9.30/12.30 - 14.00/18.00

Quota del corso: € 190,00 più la quota associativa

Per convalidare la propria iscrizione è necessario versare una caparra di 50 euro entro 7 giorni dalla data del corso

Presso: Associazione Coscienza e Salute - via Desenzano 8, Milano 0248712963
info@coscienzasalute.it