Diario del Folletto

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 05/10/2016, 14:48

Ciao Folletto, di solito in queste condizioni è il tuoi corpo che ti chiede di non mangiare perché deve avere il tempo di ripulirsi.
Io andrei solo di acqua leggera.
mangia solo se hai veramente fame e mangia tutte cose molto leggere, quindi...estratti, oppure frutta, al massimo una bella insalata fatta di pochi ingredienti, evita frutta da guscio ed olio.
A quest'ora avrai già deciso se andare o meno a lavoro ;-)

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 05/10/2016, 16:46

Ciao Walter, sono rimasta a casa a riposo. Non ho avuto molta fame ma ho sentito il bisogno di mangiare verso le 12 (3 prugne fresche) e poi alle 16 (Insalata) ed era vera fame!! :shock:
Di solito quando sto male non ce l'ho mai.. Bo

Non ho ancora l'estrattore sigh, pensavo di regalarmelo per Natale..
Grazie del sostegno! Apprezzo molto.

È la prima volta che mi viene la febbre da quando ho fatto questa scelta e quindi voglio lasciare il mio corpo libero di rigenerarsi come hai detto tu e senza medicine..
Temo che la temperatura stia salendo però.. Uff :(

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Akira » 05/10/2016, 18:02

Occhio che se diminuisci troppo le calorie succede che il metabolismo rallenta...

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 05/10/2016, 21:24

Folletto ha scritto:Ciao Walter, sono rimasta a casa a riposo. Non ho avuto molta fame ma ho sentito il bisogno di mangiare verso le 12 (3 prugne fresche) e poi alle 16 (Insalata) ed era vera fame!! :shock:
Di solito quando sto male non ce l'ho mai.. Bo

Non ho ancora l'estrattore sigh, pensavo di regalarmelo per Natale..
Grazie del sostegno! Apprezzo molto.

È la prima volta che mi viene la febbre da quando ho fatto questa scelta e quindi voglio lasciare il mio corpo libero di rigenerarsi come hai detto tu e senza medicine..
Temo che la temperatura stia salendo però.. Uff :(
Non ti preoccupare come dice Mendelssohn, nel suo libro bambini più sani senza medicine, ci dobbiamo preoccupare quando la febbre passa i 42, praticamente quasi mai. Le tachipirine varie durante gli stati febbrili non fanno altro che bloccare il processo di espulsione che sta compiendo il nostro organismo. la febbre non è altro che lo stadio finale dove ormai il copro deve solo buttare via. Di solito dura 3 giorni max, ma può capitare che se devi buttare fuori tanto duri anche una settimana.
Ultima modifica di Walter_73 il 06/10/2016, 6:59, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 05/10/2016, 21:43

Akira ha scritto:Occhio che se diminuisci troppo le calorie succede che il metabolismo rallenta...
Permettimi di non essere d'accordo.
Il nostro corpo è una macchina stupenda, intelligente, fantasiosa, sensibile, ricettiva,unica, speciale, nel suo splendore sa sempre cosa si deve fare ed è autoguarente. Bisogna trattarla bene però ovvio.
Non siamo i soli, gli animali fanno lo stesso ed anzi hanno sicuramente i sensi 1000 volte più sviluppati dei nostri, però poi noi ci arroghiamo il diritto di sottometterli ed uccederli per nutrirci solo perché abbiamo vilmente inventato le armi da fuoco, vai ad uccidere un leone a mani nude, un elefante, un bufalo una mucca. vabbè scusa ma su animali e pianeta mi parte sempre l'embolo ;-)
Tornando a noi,in una semplice influenza come è capitato a Folletto, ma anche per un semplice taglio ad un dito, il corpo manda i soccorsi per riparare il danno, è li la sua meraviglia. Vuoi per coagulare un taglio, vuoi per eliminare scorie accumulate come succede con uno stato febbrile.
In quei momenti accade proprio il contrario, il nostro metabolismo aumenta non diminuisce certo.
Spesso infatti dopo una bella febbrona può accadere di aver perso peso, come spesso succede anche che abbiamo i battiti accelerati.
Non è altro che il nostro corpo che si da da fare, i quel momento è super attivo, sta lavorando per rimettere ordine ed equilibrio nel suo interno.
Il nostro metabolismo rallenta quando lo deve fare.
Se mangiamo sempre duemila ed ad un certo punto facciamo un periodo dove cominciamo a mangiare 500 arriva ad un certo momento arriva il segnale al cervello di consumare poco, ed ecco che il metabolismo rallenta, perché il corpo capisce che deve risparmiare e se passiamo da 500 a 2000 all'improvviso ecco che il nostro corpo corre ai ripari di nuovo facendo scorte, memore della carestia precedente,ed è li che ingrassiamo di colpo perché il nostro corpo tutto quello che incamera lo mette via come scorta di grasso, in modo da esser pronto per una eventuale nuova carestia. L'intelligentone dice , mi hai fregato una volta ora ti frego io!
Ecco perché per esempio nei digiuni si deve ricominciare a mangiare in modo moooolto graduale.
Durante una malattia non accade questo. In questi casi il corpo si da un ora datare, deve aggiustare, pulire, espellere.

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 05/10/2016, 21:56

Walter_73 ha scritto:
Folletto ha scritto:Ciao Walter, sono rimasta a casa a riposo. Non ho avuto molta fame ma ho sentito il bisogno di mangiare verso le 12 (3 prugne fresche) e poi alle 16 (Insalata) ed era vera fame!! :shock:
Di solito quando sto male non ce l'ho mai.. Bo

Non ho ancora l'estrattore sigh, pensavo di regalarmelo per Natale..
Grazie del sostegno! Apprezzo molto.

È la prima volta che mi viene la febbre da quando ho fatto questa scelta e quindi voglio lasciare il mio corpo libero di rigenerarsi come hai detto tu e senza medicine..
Temo che la temperatura stia salendo però.. Uff :(
Non ti preoccupare come dice Mendelssohn, nel suo libro bambini più sani senza medicine, ci dobbiamo preoccupare quando la febbre passa i 42, praticamente quasi mai. Le tachipirine varie durante li stati febbrili non fanno altro che bloccare il processo di espulsione che sta compiendo il nostro organismo. la febbre non è altro che lo stadio finale dove ormai il copro deve solo buttare via. Di solito dura 3 giorni max, ma può capitare che se devi buttare fuori tanto duri anche una settimana.
Ottimo. Ora mi sento più serena ;)

Akira non ho capito cosa volevi dirmi con le calorie... Ho letto Fruttalia e da allora non le guardo più, mangio a seconda di cosa sento...

Crollo dal sonno. Buona notte ragazzi

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Akira » 06/10/2016, 9:24

In questo forum è meglio non parlare di calorie....

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Luca » 06/10/2016, 11:20

Akira ha scritto:In questo forum è meglio non parlare di calorie....
Grazie Akira, comunque non è che non se ne può parlare, ma semplicemente dargli la valenza che noi riteniamo più coerente

Riporto qui il brano estratto dal libro "Fruttalia" un paio di capitoli sul concetto delle calorie.
-----------------------------------------------------------------------------
Ricerchiamo la Verità

Vorremmo dire ai lettori che si sentono un po’ turbati da quanto appreso fin ora, che le false nozioni della dieta moderna, non sono finite. Nonostante noi autori fossimo già consapevoli di alcuni inganni della dietetica, lo stato di confusione che regnava nella nostra testa quando leggemmo per la prima volta il libro di Ehret, era tale da spingerci a fare sempre più domande per fare un po’ di ordine tra le idee.
Possibile che anche il concetto di Calorie (o Joule), vale a dire l’energia che ci da il cibo, fosse errato?
Davvero niente di quanto imparato fin dall’infanzia corrisponde a verità?
Come catalogare, quindi da oggi in poi il cibo?
Una serie lunghissima di domande che esigevano risposte, divennero la spinta verso una nuova conoscenza (e coscienza) alimentare.
La nostra società è abituata a non farsi troppe domande e vive in maniera molto superficiale, così se una pubblicità o una persona influente ci da delle informazioni, le prendiamo per vere.
Abbiamo delegato all’“Autorità scientifica” la nostra salute, senza verificare l’attendibilità delle informazioni, senza chiederci se ci siano interessi economici alla spalle di chi diffonde l’informazione.
In questo modo, personaggi senza scrupoli hanno avuto la strada spianata per far crescere in noi delle idee che hanno giocato a loro vantaggio e, alla fine, abbiamo adattato la realtà alle nostre idee invece di aprire gli occhi e adattare le nostre idee alla realtà.
Con la lettura del sistema BS2, oltre che imparare a guarire in maniera autonoma, vorremmo anche darvi lo stimolo per far crescere la vostra capacità di analisi e critica, trasformandovi in giudice unico per valutare l’attendibilità delle informazioni, ed imparare a giudicare la validità di un Sistema.
Iniziate col mettere in dubbio tutto quello che fin ora abbiamo scritto. Mettete in dubbio anche tutto ciò che vi hanno insegnato fin da piccoli. Ora che siete perfettamente e genuinamente ignoranti, abbandonate per un po’ libri e TV su quest’argomento, e iniziate a far esperienza diretta e concreta su voi stessi.
Siate voi a giudicare la vostra salute, fate più prove per vedere cosa succede, mangiate di tutto, digiunate, scegliete con l’olfatto i vostri piatti oppure fatelo in maniera selettiva, percepite le vostre sensazioni e giudicate come vi sentite dopo una pulizia di intestino e colon.
Alla fine avrete conferma che la Natura umana è una e una sola, e da quel momento sarete voi medici di voi stessi.
Se avete digiunato per dieci, venti giorni, come potete ancora pensare che ci sia un’esatta quantità di calorie da assumere per vivere?
Com’è possibile che certi cibi creino reazioni così evidenti, ma non ci abbiamo mai fatto caso? Dal mal di pancia delle patate, ai brufoli dopo carne o latte, al gonfiore delle gambe dopo la pasta fino alla tensione nervosa delle bevande edulcorate. Durante l’inconsapevole vita alimentare, forse ci siamo accorti del solito meteorismo da legume, ma nulla o poco più.
Quale miglior laboratorio se non il vostro organismo?
La Verità è lì, a portata di mano, senza intermediari, senza fini di lucro, subito oltre i vecchi pregiudizi.

Nelle prossime righe, racconteremo quanto abbiamo trovato di falso e di vero nella nostra ricerca.

La Farsa delle Calorie

“Bevete un po’ di benzina la mattina: ha tante calorie! Tutta energia e scioglie i grassi!”
Potrebbe essere un efficace slogan pubblicitario, ma per quanta benzina potremo bere, non trarremmo mai nessun tipo di caloria e sicuramente ne saremmo avvelenati. Perché? Perché il nostro metabolismo non ha la capacità di estrarre energia da qualsiasi sostanza che non sia frutta e vegetali a foglia verde.
Questo esempio estremo, è utile per capire che il sistema digestivo estrae e utilizza solo ciò che riconosce come compatibile con le nostre funzioni biologiche: credete che sia uguale estrarre energia da una mela, una merendina al cioccolato o l’ultimo piatto di alta cucina? Eppure, per ognuno di questi cibi è stato calcolato un apporto energetico.
Vi siete mai chiesti cosa sia esattamente una caloria (o caloria piccola, che corrisponde a 4,186 Joule)? Per definizione è la quantità d’energia che serve per alzare di un grado un grammo d’acqua, ma a noi interessa il significato che simboleggia sulle etichette dei supermercati: indica la quantità d’energia “teoricamente” ottenibile se tutto quel cibo venisse bruciato, ed è ottenuto sommando la quantità energetica, sempre teorica, dei singoli ingredienti
A cosa serve quindi basare una dieta su una determinata quantità di calorie, se poi queste sono solo dati teorici applicati su cibi non perfettamente digeribili e compatibili con la nostra fisiologia? Migliaia di diete basate sulle calorie e vendute a prezzi carissimi, centinaia di riviste ed esperti dell’ “alimentazione equilibrata” compongono la nostra cultura della salute ma, a parte qualche dimagrimento, non hanno mai ottenuto guarigioni. Possono passare i disturbi da sovrappeso, ma dopo un po’ compaiono mali di diversa natura.
Il concetto di Caloria applicato all’alimentazione, dovrebbe finire nello stesso posto in cui finisce il cibo dopo la digestione.
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 06/10/2016, 16:02

Ho prestato Frullalia a mia mamma con la speranza di accendere una lucina dentro di lei e ne sto parlando con mia sorella che credo possa avere una mentalità più aperta e che si fidi di più di quello che sente piuttosto di ciò che le viene detto.
Il libro mi è piaciuto moltissimo, l'ho letto tutto d'un fiato, sentivo d'aver trovato un senso a tante cose che non riuscivo a capire, a tante domande che erano rimaste in sospeso.
Grazie per tutto l'amore che hai ed avete intriso in ogni sua pagina!

Comunque mi sento meglio! Yeah :mrgreen:

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 06/10/2016, 18:48

Luca ha scritto:
Akira ha scritto:In questo forum è meglio non parlare di calorie....
Grazie Akira, comunque non è che non se ne può parlare, ma semplicemente dargli la valenza che noi riteniamo più coerente

Riporto qui il brano estratto dal libro "Fruttalia" un paio di capitoli sul concetto delle calorie.
-----------------------------------------------------------------------------
Ricerchiamo la Verità

Vorremmo dire ai lettori che si sentono un po’ turbati...cut...dovrebbe finire nello stesso posto in cui finisce il cibo dopo la digestione.
Sono completamente d'accordo sul principio di base, dove il nostro corpo dovrebbe comandare sul tipo di richiesta, cosa, quanto e quando.
Bisognerebbe resettare il corpo, partire da zero e disporre di frutta biologica raccolta matura dall'albero ogni volta che se ne ha bisogno e mangiata intera subito.
Tutto quello che viene oltre questo stato ideale di benessere è perdita di principi nutritivi purtroppo.
Noi spesso non mangiamo bio, spesso non è maturata sulla pianta, magari la mettiamo in frigo, o tagliamo il frutto e non lo mangiamo subito cuociamo.
Insomma la nostra benzina è sempre sporca ormai.

Mi ero interessato leggendo V.V. all'indice Orac dei cibi, quindi il potere antiossidante che ha ogni cibo.
Gli studi sostengono che avemmo bisogni di assumere una quota ORAC quotidiana di 5000 unità, che se non abbiamo la possibilità di bere succo di mirtillo fresco o succo di uva nera bio ogni giorno, ( è notorio il potere antiossidante di tutti i frutti o le verdure rosse) vuol dire un carico infinito di frutta da mangiare ogni giorno.
Ma poi parliamo di frugalità, gli studi ora si spostano sui digiuni intermittenti, che poi non sono altro che seguire in modo scientifico i cicli circadiani.
Io all'inizio del mio percorso ho provato a seguire le quote ORAC, ma era veramente difficile perché con frutti non rossi voleva dire tanta tanta tanta frutta. E spesso ci sono ortaggi che hanno una quota ora più elevata di molti frutti, ed io preferisco mangiare tanta più frutta rispetto alla verdura.
Insomma dopo un po' ho mollato il colpo, ma mi è rimasta la cosa del mangiare tanto.
Ora complice anche l'intestino che comincia a funzionare meglio sto riducendo sempre di più la quantità di cibo giornaliera.
Mi sembra meglio, lo sento quando mi alleno , faccio una corsa o faccio yoga.più il nostro corpo è scarico meglio supportiamo gli sforzi, e per me questo vale più di ogni quota ORAC.
Però il dubbio rimane perché penso ma è possibile che gli scienziati non ingannano mai?
Mo anche lo stesso Longo che è un luminare del digiuno intermittente, ha scritto un libro dove ha costruito una dieta per la longevità, i suoi studi si basano su quello, lo ho sfogliato velocemente in libreria , lo devo leggere approfonditamente.
Ovvio che parla di frutta e verdura e una piccola quota di pesce. perché mi chiedo ? se ha fatto tutte quelle ricerche perché parla ancora di pesce ?
A parte il fatto che dica caspita ma nessuno si accorge che abbiamo consumato la terra dove viviamo? è possibile che nessuno mette il naso sott'acqua e si rende conto che la vita marina è finita da un pezzo? Lasciamo perdere il sacrificare una vita per il nostro benessere fisico quando è scientifico che non serve, chissenefrega che lo abbiamo sempre fatto. ma l'evoluzione non dovrebbe essere migliorare il nostro pensiero, il nostro essere interiore.
Già involuzione come dice giustamente Fedez!

Cavolo devo scappare a yoga.......dopo rileggo bene e magari concludo....scusate .......

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Akira » 06/10/2016, 19:00

Anch'io ho letto dell'Orac ma non mi piace mangiare seguendo tabelle. Alla fine conta ciò che l' organismo chiede.

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 06/10/2016, 19:10

Sai Walter hai fatto una giusta osservazione, quelle volte in cui mi è capitato di toccare certi argomenti con persone relativamente più disponibili al dialogo le ho viste sempre bloccarsi arrivate al dunque. L'impressione è che siano spaventate dalla verità che gli si paleserebbe davanti, poi è come se spegnessero l'interruttore e concludono dicendo "Si hai ragione ma la salsiccia è bona" "Bisognerebbe ucciderle con le proprie mani le prede" "Di qualcosa si dovrà pur morire" e qui ti rendi conto che è un discorso a senso unico. Sembra di stare dentro Matrix! Credo sia paura mista a pigrizia, chiusura.. Voltano la testa dall'altra parte.
Penso che ogniuno di noi abbia i suoi tempi, molte persone si stanno "risvegliando" e prima o poi anche le altre li seguiranno, in questa vita o nelle prossime..
Certo guardare la sofferenza intorno a noi ci fa star male ma quello che possiamo fare è vibrare positivamente, emanare amore!! E più saremo più persone si convolgeranno.
Forse l'ho buttata troppo sullo spirituale, forse vi sembrerò matta.. Ma le due cose mi sembrano strettamente collegate..

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 06/10/2016, 23:23

Akira ha scritto:Anch'io ho letto dell'Orac ma non mi piace mangiare seguendo tabelle. Alla fine conta ciò che l' organismo chiede.
Si ma noi spesso non gli diamo quello di cui ha bisogno. Vita in città, smog, stress, inquinamento elettromagnetico, cibo sicuramente non giusto al 100% la lista è veramente molto lunga.
Ricordiamoci che le cellule sono immortali, noi moriamo perché consumiamo il nostro organismo, quando siam saturi di acidificazione allora ci spegniamo.
anche se non basta perché noi non siamo solo cane ed ossa.

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 06/10/2016, 23:52

Folletto ha scritto:Sai Walter hai fatto una giusta osservazione, quelle volte in cui mi è capitato di toccare certi argomenti con persone relativamente più disponibili al dialogo le ho viste sempre bloccarsi arrivate al dunque. L'impressione è che siano spaventate dalla verità che gli si paleserebbe davanti, poi è come se spegnessero l'interruttore e concludono dicendo "Si hai ragione ma la salsiccia è bona" "Bisognerebbe ucciderle con le proprie mani le prede" "Di qualcosa si dovrà pur morire" e qui ti rendi conto che è un discorso a senso unico. Sembra di stare dentro Matrix! Credo sia paura mista a pigrizia, chiusura.. Voltano la testa dall'altra parte.
Penso che ogniuno di noi abbia i suoi tempi, molte persone si stanno "risvegliando" e prima o poi anche le altre li seguiranno, in questa vita o nelle prossime..
Certo guardare la sofferenza intorno a noi ci fa star male ma quello che possiamo fare è vibrare positivamente, emanare amore!! E più saremo più persone si convolgeranno.
Forse l'ho buttata troppo sullo spirituale, forse vi sembrerò matta.. Ma le due cose mi sembrano strettamente collegate..
Già, forse tutti dicono così. E' vero che il mondo è bello perché è vario ed ognuno è fatto a modo suo, ma io queste risposte le sento da tutti.
Un mio amico non mi invita più a cena perché dice che sono un talebano, e che lo faccio incazzare perché sa che dico cose giuste. Mia sorella dice che ha perso il suo compagno di avventure, poi sta male dicendo che ha l'endometriosi, ultima patologia tra quelle che ogni tanto le saltano fuori, ma se le dico io cosa fare no, se un dottore le chiede 300 € di parcella e le da un tot di medicine da prendere è ok. La mia ex condivide, tant'è che mia figlia non mangia proteine animali, però per lei non fa niente.
la gente è proprio bizzarra!!!
Sono d'accordo sul risveglio, nasciamo con una dieta occidentale e ci troviamo ad intraprendere un percorso nuovo sicuramente migliore da tantissimi punti di vista. E penso che di persone così ce ne siano tante, ma l'Italia è piccola, Los Angeles non fa l'America, insomma di strada se ne deve fare tanta specialmente pensando che le grosse industrie si allargano a macchia d'olio ed il loro intento è il profitto, a discapito di tutto.
Faccio un piccolo esempio guarda la Red Bull, da dove sono partiti e dove sono ora, che tipo di operazione commerciale hanno fatto. Loro producono o sponsorizzano gli sport più fichi al mondo e producono un quantitativo di contenuti fichissimi, peccato che vendono VELENO. Come fai a farlo capire alle persone? , per la media red bull è simbolo di sport estremo, sport adrenalinico, lo sport aspirazione in genere.Vai a scardinare questi concetti, ci vuole profondità di vedute, bisogna saper leggere oltre il muro di cemento che circonda le cose in genere.
Cmq il discorso è molto lungo perché una scelta alimentare sana è una scelta triplice e la meno importante è proprio la salute personale, gli altri due fattori sono quelli focali, che si basano sul rispetto. Rispetto per altre vite, rispetto per il pianeta.
Una parola che viene presa poco in considerazione da noi che forse ne consociamo più di altri popoli il significato. Noi lo abbiamo imparato prima degli americani sicuramente, in Cina è una parola ancora sconosciuta dalla massa.
Chiudo, perché sto ingolfando di parole il tuo diario, dicendo che certo che la spiritualità esiste, noi siamo energia siamo acqua, siamo vibrazioni, siamo anima, e se il mondo fosse tutto sulla stessa lunghezza d'onda sarebbe un eden pulsante, colorato, profumato carico di gioia e positività, basterebbe la carica energetica di tutti gli abitanti per dargli vita eterna, ma la natura umana è purtroppo tutt'altro.
Però è bello essere in pace con se stessi e fare di tutto per solcare una strada nuova positiva che non nuce a nessuno.

Tu come va ti sei ripresa o stai ancora espellendo tossine?

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 07/10/2016, 10:18

Le persone a noi vicine ci toccano in modo diverso dalle altre, ti capisco..
Mia mamma continua ad ingrassare mangiando porcherie nonostante i dottori le abbiano detto che ha il fegato ricoperto di grasso, mio papà si basa sui vecchi schemi alimentari nonostante i dottori gli abbiano detto di mangiare vegano, mia sorella che si trova nel mezzo non sa dove sbattere la testa.. I miei amici m'inviano foto di pezzi di cadavere su whatsapp "per scherzo" e se me la prendo sono io che non capisco gli scherzi, mi ricordano continuamente quante cose buone "mi perdo", il mio ragazzo nonostante l'influenza acuta s'è fatto ieri la sconda cena di fila a base di animali...
In tutto questo cosa possiamo fare? Essere la prova vivente dell'alternativa, della via naturale.. Prima per noi stessi e di riflesso anche per gli altri..

Io faccio uno sport estremo e ci lavoro anche, la red bul ha saput esattamente dove puntare e c'è riuscita! Del resto finché le persone vivono in uno stato di torpore le grandi aziende vincono facile.. È l'ennesima distrazione esterna e a noi piace tanto essere distratti perché se ci guardiamo dentro ci sentiamo persi, fuggiamo via e qualsiasi cosa capita a tiro va bene pur di non "sentirci".. Siamo proprio dei bravi automi...

E noi cosa possiamo fare in tutto questo? Vivere, essere felici e mostrare chi siamo, qualcuno s'incuriosirà e magari proverà, non possiamo salvare chi non vuole essere salvato, è una cosa che deve nascere da dentro spontaneamente e non imposta.
Come dicevo prima ogniuno ha il suo percorso da fare ed io sono felice e grata per tutto quello che ho vissuto perché mi ha portata a quella che sono ora.

Tornando all'altro discorso..
Sto ancora espelle do tossine yeah! :roll:

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 07/10/2016, 11:50

Mi è venuto il ciclo.. Fantastico.
Lo so che non dovrei ma è l'unica cosa a cui proprio non posso resistere, ho preso un antidolorifico.
Il dolore mi piega in due, l'ha sempre fatto ed a volte sono svenuta da tanto era forte..

Avatar utente
Walter_73
Messaggi: 130
Iscritto il: 30/06/2016, 7:01

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Walter_73 » 08/10/2016, 11:53

Folletto ha scritto:Mi è venuto il ciclo.. Fantastico.
Lo so che non dovrei ma è l'unica cosa a cui proprio non posso resistere, ho preso un antidolorifico.
Il dolore mi piega in due, l'ha sempre fatto ed a volte sono svenuta da tanto era forte..
Ciao Folletto, ho sempre letto che alle donne che hanno una alimentazione senza proteine animali tendenzialmente crudista, le mestruazioni scivolavano via senza problemi. Senza dolori, poco flusso. Addirittura c'è chi non le ha. Questo non ho capito se è un bene o un male. In teoria il flusso sanguigno succede l'ovulazione, giusto? quindi è un meccanismo naturale. Vabbè ovvio che non sono esperto e per ovvi motivi non ho mai approfondito la cosa, però mi interessava il discorso dolore zero di un corpo che funziona alla grande rispetto alla moltitudine di donne che prende Oki, ed antidolorifici vari.
Tu da quanto hai pulito l'alimentazione? ora mi rileggo cosa mangi per capire meglio.

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Akira » 08/10/2016, 11:57

Io non ho il ciclo da 10 anni. :-)

Avatar utente
Akira
Messaggi: 789
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Akira » 08/10/2016, 11:57

Io non ho il ciclo da 10 anni. :-)

Avatar utente
Folletto
Messaggi: 74
Iscritto il: 20/08/2016, 14:47

Re: Diario del Folletto

Messaggio da Folletto » 08/10/2016, 12:08

Beata te Akira! :D

Uff mi stavo domandando la stessa cosa Walter, mi sento anomala! Vegana da 5 anni, mi sono avvicinata a questo nuovo stile di vita da agosto, eppure posso contare sulle dita di una mano le volte in cui non abbia sofferto per le mestruazioni.
Ho letto tutto quello che ho trovato in giro su internet riguardo l'igienismo, l'assenza di perdite ematiche ecc
Ad ogni ciclo mi dico <<Dai che questa è la volta buona!>> ed invece ZAK lacrime... :?
Il flusso è sicuramente meno abbondante ma il dolore è lancinante.. Forse è collegato a qualcosa a livello psicologico...

Rispondi