Diario di Laura, alle prime armi

Qui puoi raccontare, condividere le storie del tuo cammino di transizione Fruttista, dei tuoi successi evolutivi personali, delle tue sperimentazioni con la dieta Fruttaliana, vegan frutto vegetale.
Rispondi
Laura
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/01/2012, 15:24
Località: Lucca
Contatta:

Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Laura » 02/01/2012, 14:42

Su suggerimento di Luca riporto qui quello che avevo scritto in un'altra sezione del forum.
Il primo buon proposito per il nuovo anno (si dice sempre, no?) è quello di ascoltare di più il mio corpo e volermi più bene. Sono vegan da diversi anni ed oltre ad essere vegan ho eliminato dalla mia alimentazione gli alimenti raffinati (farina bianca, pane raffinato, riso raffinato, pizza...) e tutti gli alimenti conservati e pieni di additivi e sostanze chimiche. Insomma, cerco di mangiare il più naturale possibile.
Però sento che non basta, sento che il corpo mi sta chiedendo qualcosa in più. Spesso mi sento gonfia, appesantita.
Ma la cosa che più mi infastidisce e comincia anche a preoccuparmi è la scarsa concentrazione. Mi rendo conto che per fare alcune cose devo sforzarmi notevolmente, cosa che fino ad un anno fa non succedeva. A volte è come se avessi la mente annebbiata.
Vorrei iniziare ad alimentarmi in maniera ancor più consapevole, vorrei fare un passaggio in più, che sento importante in questo momento della mia vita.
Chiedo il vostro aiuto, soprattutto su come iniziare il periodo di transizione (sto leggendo il libro per la seconda volta, mi sto documentando! ma parlare con voi è ancora più illuminante!).
Grazie a chi vorrà rispondermi!

Laura
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/01/2012, 15:24
Località: Lucca
Contatta:

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Laura » 03/01/2012, 16:23

Allora, ho letto attentamente il capitolo riguardante la fase di transizione. Visto che già non mangio da molto tempo derivati animali e consumo molta frutta e verdura, ho accorciato un pò i tempi, se così si può dire.
Oggi non ho fatto colazione, ho bevuto una tisana e sono arrivata così alle 12. Ho mangiato un melone invernale di piccole dimensioni.
Verso le 15 ho mangiato una grande arancia.
L'unico "sgarro" che mi sono, aimè, concessa, è il cioccolato fondente, da cui sono dipendente da ormai troppo tempo per potermene liberare in un giorno! Quindi, accettiamo questa debolezza e andiamo avanti :)
Ho diversi dubbi per la cena. Il mio istinto mi dice di farmi una crema di carote.... ma non so.... Dovrei continuare con altra frutta? Cosa mi dite?
Laura

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Luca » 04/01/2012, 0:40

Laura ha scritto:Ma la cosa che più mi infastidisce e comincia anche a preoccuparmi è la scarsa concentrazione. Mi rendo conto che per fare alcune cose devo sforzarmi notevolmente, cosa che fino ad un anno fa non succedeva. A volte è come se avessi la mente annebbiata.
Ciao Laura, fermo restando l'importanza di una pulizia interna e di una sana alimentazione crudista,
io prenderei in considerazione l'opportunità di riposare di più, dormire maggiormente o semplicemente trovare più tempo per rilassarsi ;)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Luca » 04/01/2012, 0:48

Laura ha scritto:L'unico "sgarro" che mi sono, aimè, concessa, è il cioccolato fondente, da cui sono dipendente da ormai troppo tempo per potermene liberare in un giorno! Quindi, accettiamo questa debolezza e andiamo avanti :)
Il cioccolato come altri cibi simili, è una droga che va trattato come tale.
Alcuni la lasciano di botto....ma nella maggioranza dei casi l'approccio migliore è farlo lentamente e gradatamente ;)
A volte, e a patto che non avvenga troppo spesso, conceditelo come un premio al tuo buon andamento, vedrai che gli darai una valenza diversa e sarà meno peso per il tuo corpo smaltirlo.

L'aspetto mentale è importantissimo. ;)
Laura ha scritto:Ho diversi dubbi per la cena. Il mio istinto mi dice di farmi una crema di carote.... ma non so.... Dovrei continuare con altra frutta? Cosa mi dite?
Buonissima la crema di carote.......se ne hai voglia e senti quel desiderio vuol dire che il tuo corpo chiede ed ha bisogno di quel cibo.
Senti il tuo istinto e ascolta il tuo corpo, anche per la frutta.
Le sensazioni e le richieste saranno sempre più chiare..... 8-)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Laura
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/01/2012, 15:24
Località: Lucca
Contatta:

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Laura » 04/01/2012, 7:35

Grazie delle risposte. In quanto al dormire, non ho problemi, la sera sono stanca e vado a letto presto e mi sveglio presto, anche quando non devo andare a lavoro.
In quanto al rilassarsi, questo è un punto debole..... Mi è sempre rimasto difficile dedicare del tempo a me stessa. Dici che la difficoltà di concentrazione potrebbe essere un accumulo di stanchezza, eh? Non ci avevo pensato, davo la colpa al cibo, magari a errate combinazioni alimentari, anche se cerco di starci molto attenta. Comunque proverò a farci caso.
Il cioccolato: credo che dovrò smettere di botto, come ho già fatto 2 anni fa..... Ma poi ho ricominciato!! :D
Per me è meno faticoso smettere e non mangiarlo più piuttosto che concedermelo una volta tanto.... Perchè poi non mi basta un quadretto!!! :)
Bene, vi tengo aggiornati! Grazie!! :)

Simone
Messaggi: 202
Iscritto il: 01/09/2011, 8:29

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Simone » 04/01/2012, 12:57

Io qualche tempo fa ho provato il cioccolato crudo (Burro di cacao crudo, polvere di cacao cruda, nettare d'agave crudo, polvere di vaniglia cruda) ha un sapore dolce delicato, è ricco di sostanze protettive, non alza la glicemia però contiene comunque teobromina e caffeina che sono droghe anche se crude...inoltre dopo averlo mangiato ho avuto mal di stomaco (forse a causa del grasso del burro di cacao).
Potresti usarlo per la transizione, io a dire la verità il cioccolato non lo mangiavo nemmeno da onnivoro se non in occasioni particolari...

Avatar utente
TerhE
Messaggi: 20
Iscritto il: 22/12/2011, 14:19

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da TerhE » 04/01/2012, 13:17

Ciao Laura,
anche io ho a volte problemi di concentrazione, lo noto nonostante quel giorno mi senta veramente bene. Ho scoperto che dipende dalla alimentazione che non é abbastanza ricca di minerali necessari al funzionamento fisico, ho introdotto il polline di api e quando sento il tono giú ne prendo un cucchiaino, se devo rimanere in casa ne faccio a meno e utilizzo il frutto del desiderio momentaneo per recuperare ma se devo avere a che fare per ore con varie persone (il mio lavoro mi porta a dover parlare con varie persone) allora sono tesa e ho bisogno di sostegno. Penso che noi donne abbiamo un fisico che richiede determinati minerali in quantitá superiore, il polline di api lo trovo un prodotto completo che integra le mancanze. Non sempre compro frutta biologica e questo potrebbe comportare delle carenze alimentari. :oops:
Anche per me la cioccolata era una droga, ma ti devo dire che con tutta la frutta che mangio me la sono dimenticata, quando ci ripenso dico che é un miracolo. :lol:
Penso che questa mia esperienza ti possa un pó aiutare :P
A presto
Il saggio non dice tutto ció che pensa, ma pensa tutto ció che dice

Laura
Messaggi: 16
Iscritto il: 01/01/2012, 15:24
Località: Lucca
Contatta:

Re: Diario di Laura, alle prime armi

Messaggio da Laura » 05/01/2012, 8:54

Ciao e grazie dei consigli. :)
Il cioccolato crudo l'ho provato anch'io ma non avevo pensato ad usarlo in questa fase, potrebbe essere un'idea. Perlomeno eviterei gli zuccheri che si trovano dentro a tutto il cioccolato, anche quello fondente di migliore qualità.
In quanto al polline, grazie del consiglio, ma da vegana ho deciso di non utilizzare nessun prodotto di origine animale, quindi neppure il polline. Magari chiedendo alla mia erborista posso trovare un prodotti che mi aiuti nei casi di bisogno, come dici tu. Anch'io faccio un lavoro che richiede molte energie, lavoro con i bambini all'asilo nido, e quando esco spesso sono molto stanca e poco lucida.
Negli ultimi mesi inoltre ho messo su due, tre kili.... Diciamo che per le famigerate tabelle dei medici sarei ancora sotto il peso considerato "giusto" per la mia altezza, ma io me li sento tutti addosso e non sto bene. Stavo molto bene quando ero 50 kili ( sono alta 1,60). Adesso che sono 53 mi sento gonfia e non mi vedo bene come prima. Sembra una stupidaggine, ma 3 kili fanno la differenza, almeno per le mie sensazioni di benessere/malessere. ;)

Rispondi