Mela

Tutto ciò che riguardo la salute e il benessere attraverso nutrizione, movimento e rimedi semplici e naturali
La "La verità è sempre semplice !" Cerchiamo assieme sulle soluzioni più efficaci e naturali per un benessere e salute con buonsenso e semplicità. (BS2)
Emily
Messaggi: 38
Iscritto il: 18/04/2011, 19:03
Località: Veneto

Re: Mela

Messaggio da Emily » 17/04/2012, 20:46

Io ho letto che le scimmie sbucciano le banane, ma la fonte non era sicurissima, e non so che tipo di scimmie, se selvatiche o no. Comunque tante scimmie, per esempio gli scimpanzè, mangiano tipi di frutta fibrosa che noi non riusciremmo mai a mangiare, per cui non sarebbe strano se riuscissero a separare e poi a sputare alcune parti fibrose. Mi domando poi se in natura alcune scimmie mangerebbero un frutto come le arance, frutto totalmente creato dall'uomo (ma qui si dovrebbe aprire un lunga discussione su frutta ibrida e naturale/selvatica eccetera. Non so se le arance si sarebbero create naturalmente in natura, così come le clementine o i mandarini eccetera. Certo che hannno dei semi, a parte le clementine, che praticamente non ne hanno) chissà...però, dato che ogni scimmia è così diversa dall'altra e che ogni specie di scimmia si è evoluta per conto suo, forse noi dovremmo davvero cervcare di ccapire cosa va meglio per noi, guardando alle scimmie con occhio più critico, non prendendole come un esempio di come o cosa dovremmo mangiare

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Mela

Messaggio da stefanotorcellan » 09/05/2012, 13:30

Ciao Emily, non ci sono dubbi sul fatto che le scimmie selvagge sbucciano le banane.
Basta dare un' occhiata a qualche documentario per rendersene conto.
Puoi guardare su you tube:" monkey eating a banana", e vedrai un macaco sbucciare una banana, con i denti, prima di mangiarla.

HAI SCRITTO: "Comunque tante scimmie, per esempio gli scimpanzè, mangiano tipi di frutta fibrosa che noi non riusciremmo mai a mangiare, per cui non sarebbe strano se riuscissero a separare e poi a sputare alcune parti fibrose."

Gli scimpanzè, che hanno sputato la fibra nei documentari che ho visto, stavano mangiando dei frutti, forse fibrosi, e forse non adattissimi a noi.
Ma le scimmie di Alfio, hanno sputato la fibra delle arance, che come sappiamo non sono frutti" fibrosi."
Quindi questo conferma, che le scimmie riescono a separare e a sputare la fibra di qualsiasi frutto. ( sicuramente, le scimmie asiatiche di Alfio).

Per quanto riguarda le arance, ho letto in diversi scritti, che dovrebbero essere un incrocio tra il mandarino e il pomelo, un frutto asiatico, chiamato anche pummelo o pampaleone.
Sempre secondo questi scritti, il mandarino è uno dei tre frutti acidi originali, insieme al cedro e al pomelo.

HAI SCRITTO: "Mi domando poi se in natura alcune scimmie mangerebbero un frutto come le arance, frutto totalmente creato dall'uomo".

Quello che mi fa pensare, e che secondo me dimostra, che le scimmie in natura mangerebbero un frutto come le arance, è il fatto innegabile, che" le scimmie di Alfio" hanno mangiato le arance, ed hanno anche sputato la fibra.

Non ho scritto il mio articolo del 11-4-2012, sulle scimmie, che hanno sputato la fibra della frutta ( scimpanzè e scimmie asiatiche " di Alfio"), perchè credo, che bisogna prendere le scimmie come esempio perfetto di come e cosa mangiare.

Ma per rispondere, alla domanda di Simone, nel suo articolo del 4-4-2012, che ha scritto:
"Ma i primati sbucciano le mele?

E per rispondere all' articolo di Varda del 5-4-2012, che ha scritto:
"I primati non sbucciano le mele, ergo deduco che le mangiano con tutta la buccia.
Ed è quello che hanno fatto i nostri antenati per un tempo immemorabile.
Tanto male la BUCCIA non dovrebbe farci quindi...ed in più c'è tanta FIBRA, utilissima come scopa intestinale.
Che ne pensano gli altri?

HAI SCITTO: "dato che ogni scimmia è così diversa dall'altra e che ogni specie di scimmia si è evoluta per conto suo, forse noi dovremmo davvero cercare di capire cosa va meglio per noi, guardando alle scimmie con occhio più critico, non prendendole come un esempio di come o cosa dovremmo mangiare.

Sicuramente, noi non siamo scimmie, o se vogliamo, siamo una specie di scimmia ( scimmia nuda bipede) che si è evoluta in modo autonomo e quindi non dobbiamo prendere le altre scimmie come esempio perfetto di come e cosa dobbiamo mangiare.

Bisogna però ricordare, che anche le scimmie appartengono all' ordine dei frugivori come noi, e visto, che noi umani, siamo così lontani da quell' istintività, che ci guidava nell' ambito dell' alimentazione, tanto che stiamo ancora a chiederci, se mangiare i frutti con la buccia o no, se la frutta acida demineralizza o no, se le mele sono l' unico frutto adatto a noi o no ecc., allora credo, che per capire cosa va meglio per noi, bisogna cercare in ogni direzione, e credo, che le osservazioni sul comportamento alimentare dei nostri più prossimi cugini, soprattutto i pongidi ( le grandi scimmie), che certamente non hanno perso l' istinto, non siano inutili.

Questo perchè, io credo, che si possa imparare qualcosa di buono da tutti, anche dalle scimmie.

Ho visto spesso ( nei documentari), i gorilla nel bel mezzo di una piantagione di banane, ignorare le banane, e mangiare invece il midollo del fusto ( pseudofusto ) delle piante delle banane.
Non per questo, io evito di mangiare le banane.
Ho visto i gorilla, subito dopo aver defecato, leccare le proprie feci.
Ma, mi devi credere Emily, e mi dovete credere tutti, io non ho mai leccato le mie feci.
I gorilla di montagna, mangiano molte più verdure ( 85 %) che frutta ( 15 %) ( anche perchè, in montagna ci sono più verdure che frutta).
Molte delle verdure, che i gorilla mangiano sono amare.
Ma io continuo a preferire la frutta dolce alle verdure, e continuo ad evitare le verdure amare.

(Allo zoo di San Diego, i gorilla messi in condizione di scegliere liberamente cosa mangiare, hanno preferito la frutta a qualsiasi altro cibo).

E' chiaro quindi, che non sempre i comportamenti alimentari delle scimmie, ci danno delle indicazioni per noi adatte, ed è logico, che si debba guardare al comportamento alimentare delle scimmie, con occhio critico.

E' chiaro, che chi ancora crede, che la buccia di certa frutta vada ingerita, perchè ricca di fibra benefica ( scopa intestinale), non può vedere il comportamento delle scimmie che sputano la fibra, come un comportamento adatto a noi.

Se Alfio ha pensato, che sputare la fibra della frutta, poteva essere un comportamento adatto a noi, dopo averlo visto fare dalle scimmie, è perchè lui aveva adottato da molto tempo, un comportamento alimentare molto vicino e simile a quello delle scimmie, che si basava sullo stesso principio, ovvero quello di
sputare o evitare di ingerire la buccia di qualsiasi frutto ( anche di quelli non sbucciabili), perchè riteneva fosse solo un involucro protettivo, costituita da fibra indigeribile, e da sostanze non assimilabili, un ostacolo per la digestione ed l'assimilazione dei nutrienti della frutta stessa, una perdita di tempo e soprattutto di energia, per lo " sforzo" digestivo, di assimilazione, e di eliminazione ( della fibra della buccia).
Dipende sempre da quale punto di vista si guarda.

Se osservando le scimmie, Georges Cuvier ( 1769-1832 ), studioso di fisiologia ed anatomia comparata, il padre della Paleontologia, avesse visto le scimmie, usare le loro mani prensili, non per cogliere e mangiare la frutta, ma per strangolare le gazzelle, o i conigli, o altri animali ecc., forse non avrebbe mai detto, che noi umani siamo frugivori.

La fisiologia e l' anatomia comparata, sono state gli strumenti indispensabili per capire a quale cibo noi umani siamo adatti, ma senza l' osservazione e lo studio degli animali in natura, queste scienze non sarebbero mai nate.

Avatar utente
Mark
Messaggi: 393
Iscritto il: 01/05/2012, 10:56
Località: Brescia
Contatta:

Re: Mela

Messaggio da Mark » 09/05/2012, 15:06

Avril ha scritto:A proposito di mele ...è carino questo aggeggio!Immagine
Ce l'ho a casa e si fa prima..Magari ne taglio due e le faccio a cubetti e poi me li mangio mentre faccio dell'altro,invece che mangiar patatine! E' comodo...anche se la cosa più semplice resta sempre prendere la mela in mano e morderla....

Comunque sono convinta anche io che sia il frutto migliore per l'uomo...sicuramente lo è per me :)
http://www.psichesoma.com/una-mela-al-g ... ma-perche/
Dove lo vendono?

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: Mela

Messaggio da svefrutta » 05/07/2012, 14:45

Ciao volevo sapere cosa ne pensate di quelli che dicono di nutrirsi di sole mele, i cosidetti melaniani?
Comunque volevo dire che finalmente ho entrambi i libri di fruttalia, complimenti davvero ! spero che piano piano riesco a diventare sempre piu consumatore di frutta!

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Mela

Messaggio da Luca » 05/07/2012, 23:32

svefrutta ha scritto:Ciao volevo sapere cosa ne pensate di quelli che dicono di nutrirsi di sole mele, i cosidetti melaniani?
Comunque volevo dire che finalmente ho entrambi i libri di fruttalia, complimenti davvero ! spero che piano piano riesco a diventare sempre piu consumatore di frutta!
Ciao sve i melariani possono essere dei pazzi scatenati e dei saggi sperimentatori e digiunatori.

La mela è ottima ma non cresce tutto l'anno, ma realmente potresti anche nutrirti di solo mele a patto che sia completamente pulito internamente e comunque chi ha fatto questa dieta l'ha fatta per pochi mesi.
Esiste anche una certa Miss appletarian che pero non ho mai approfondito riguardo il suo rapporto con le mele.

Spesso invece questa dieta la fanno chi non ha terminato la transizione, con fenomeni diversi da persona a persona a seconda del suo grado di intossicazione
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: Mela

Messaggio da svefrutta » 06/07/2012, 8:35

Grazie luca! Senti ma secondo te uno deve per forza fare i vari passaggi vegetariano , vegano, crudista e poi fruttariano? oppure piano piano si può passare alla frutta senza fare mesi di transazione diciamo. Mi spiego meglio io attualmente mangio frutta a colazione e nel pomerigio, pranzo e cena ancora no ancora ho i miei sgarri, se piano piano incomincio anche a pranzo a mangiare solo frutta e poi anche a cena può andar bene?

Simone
Messaggi: 202
Iscritto il: 01/09/2011, 8:29

Re: Mela

Messaggio da Simone » 07/07/2012, 10:17

Io da un pò di giorni ho sostituito la cena con una macedonia di banane, mele e pesche e mi trovo molto bene.
Ormai mangio solo una portata cotta (di verdure), spero di raggiungere il mio obiettivo: 75% frutta cruda e 25% verdura cruda.

svefrutta
Messaggi: 60
Iscritto il: 09/11/2011, 20:37

Re: Mela

Messaggio da svefrutta » 07/07/2012, 11:16

io vorrei arrivare all 100% diciamo, mi ci vorrà tempo e difficilmente lo potrò fare a casa coi miei. Ho un po paura perchè sono alto 1 85 e peso 65 kg, se dovessi perdere ancora altro peso incomincerei ad avere un po di paura! Poi sono un po skifosetto non sono uno che mangia tutto, quindi volevo anche sapere diete diciamo con sempre gli stessi cibo possono funzionare?

ortolessic
Messaggi: 5
Iscritto il: 09/08/2012, 18:23

Re: Mela

Messaggio da ortolessic » 09/08/2012, 18:32

Bello questo strumento, sopratutto perché sembra appurato che la mela sia il cibo d'eccellenza per l'uomo!

stefanotorcellan
Messaggi: 206
Iscritto il: 05/11/2011, 1:47

Re: Mela

Messaggio da stefanotorcellan » 03/10/2012, 1:32

Ciao a tutti, ecco un articolo importante sulla mela.

IL MISTERO DEL FRUTTO PROIBITO.

di Maria Giovanna Verzì

Primo mattino del 23 ottobre 4004 a.C.: ha inizio la CREAZIONE DEL MONDO (dal nulla, naturalmente!).
Stabilito ciò, la curiosità dei CREAZIONISTI si focalizzò anche sull’albero (creato il martedì: terzo giorno della settimana biblica) dal quale EVA aveva colto il FRUTTO PROIBITO.
UN MELO, direte voi.
NO, al massimo UN FICO.
Ma a prendere sul serio quest’albero – ha osservato ISAAC ASIMOV –, dobbiamo considerarlo un albero unico che poteva fiorire soltanto nel Giardino e non altrove.

Ebbene, contrariamente a quanto si crede, NON FU' UNA MELA A ROVINARE L' UMANITA': infatti nel famoso racconto biblico della Caduta la “MELA” non è mai menzionata.
La Genesi anzi NON PARLA NEMMENO di “FRUTTO PROIBITO”; né altrove nella Bibbia viene specificato quale frutto mangiarono colpevolmente i nostri progenitori nell’Eden.
Anche SUL TIPO DI ALBERO, NESSUNA PRECISAZIONE; tranne quella relativa alle sue virtù: Albero della Conoscenza del Bene e del Male (cfr. Genesi 2,9.17; 3,6.22).

INVECE DELLA MELA sono stati proposti nel tempo altri frutti che potrebbero essere il “frutto proibito”.
Non è insensato vedere nei FICHI GLI INDIZIATI PIU' PROBABILI, dal momento che proprio le FOGLIE DI FICO furono prontamente utilizzate da Adamo ed Eva per realizzare quello che è stato definito il PRIMO INDUMENTO unisex della storia:
"Allora si aprirono gli occhi ad entrambi e si accorsero che erano nudi; intrecciarono delle foglie di fico e se ne fecero delle cinture’ (Genesi 3,7).
 
LA BIBBIA ESALTA IL MELO TRA GLI ALBERI DEL BOSCO, e i suoi frutti dolci, belli, fragranti: il termine ebraico che lo designa (tappùah) allude proprio al profumo del frutto.
DEL MELO SI PARLA SOPRATTUTTO nel Cantico dei Cantici (2,3.5; 7,9; 8,5; altri riferimenti sono in Proverbi 25,11 e Gioele 1,12), ma è solo probabile che si tratti della specie Pirus malus (o Malus communis), rarissima nel Vicino Oriente (dove oggi però cresce comunemente).
Sono state così avanzate DIVERSE IPOTESI: il “MELO” della Bibbia è stato identificato con l’arancio, il cedro, il (melo) cotogno, il melograno e in particolare con l’albicocco.
Secondo gli STUDIOSI DI FLORA BIBLICA, i “frutti d’oro” di Proverbi 25,11 sarebbero i frutti di quest’ultimo albero, che fornisce sia ombra abbondante che frutti dorati, dolci e freschi al gusto (cfr. Cantico dei Cantici 2,3.5).

LA BONTA' DELLE MELE è proverbiale: nulla è più sano di una mela (che fa persino concorrenza al medico!).
Ma allora COM' E' ENTRATA LA MELA NEL RACCONTO DELLA CADUTA ?
Come ha acquistato, nella tradizione cristiana, la pessima fama di frutto del peccato?
ALL' ORIGINE DEL LEGAME TRA LA MELA ED IL MALE c’è forse una errata/frettolosa TRADUZIONE DAL LATINO ALL' ITALIANO, del termine malum.
Per diversi secoli molti cristiani hanno parlato la lingua latina, e IN LATINO malum può significare entrambe le cose: “MALE” e “MELA”.
Durante il MEDIOEVO, poi, dovendo raffigurare la prima donna che coglie il frutto proibito, gli ARTISTI considerarono la familiarissima MELA (rossa, tonda e succosa) perfetta per rappresentare la tentazione ( pensando anche al pubblico semplice, per lo più analfabeta ).

ORMAI QUEL CHE E' FATTO E' FATTO.
Nel nostro immaginario la MELA (o pomo) viene ASSOCIATA al PECCATO DI ADAMO ED EVA.
Tale associazione è ben radicata anche nella nostra tradizione linguistica: si pensi al “POMO D' ADAMO” in ANATOMIA.
E non deve meravigliare il fatto che perfino un ottimo DIZIONARIO come lo ZINGARELLI possa tranquillamente affermare, riguardo il frutto proibito: “IL POMO CHE, SECONDO LA NARRAZIONE BIBLICA, ADAMO NON DOVEVA MANGIARE”.


ULTERIORI CURIOSITÀ
 
“La tradizione ebraica ha via via identificato il frutto proibito, come ha scritto LOUIS GINZBERG, con l’uva, il grano, la noce, la carruba (in ebraico distruzione), la palma, simbolo della battaglia e della strage. Fino ad approdare al FICO: è infatti menzionato esplicitamente dal primo libro della Bibbia quando ADAMO ED EVA, subito dopo aver mangiato dall’albero della conoscenza del bene e del male, ne raccolgono le grandi foglie per coprirsi:
"Allora si aprirono gli occhi ad entrambi e si accorsero che erano nudi; intrecciarono delle foglie di fico e se ne fecero delle cinture’ (Genesi 3,7).
NON E' DUNQUE CREDIBILE CHE Adamo ed Eva appena si accorsero di essere nudi abbiano attinto temporanea copertura dall’albero più vicino, quello da cui si erano appena cibati ?
 
“Il FICO è sicuramente pianta più mediterranea e biblica della nordica MELA e in molte antiche tradizioni funge da simbolo dell’iniziazione ai misteri divini.
Per i faraoni il fico donava ai morti la vita eterna e lo stesso Buddha cercò l’illuminazione sotto un enorme ficus religioso, dove radunava anche gli allievi per i suoi insegnamenti (a differenza di Mago Merlino che preferiva ritirarsi sotto un melo).
 
“Molto creativa la tradizione islamica: EVA non avrebbe offerto ad ADAMO un frutto ma del VINO con lo scopo di ubriacarlo, e per questo l’alcool è la causa prima di ogni male”.
 
(da R. Beretta – E. Broli, Gli undici comandamenti, prefazione di mons. G. Ravasi, Piemme, Casale Monferrato 2002, pp. 19-20)



E' INCREDIBILE che l' autore, il direttore, il coordinatore, l' editore, ecc. del DIZIONARIO ZINGARELLI, prima di riportare l' errata definizione del frutto proibito:“IL POMO CHE, SECONDO LA NARRAZIONE BIBLICA, ADAMO NON DOVEVA MANGIARE" , non abbia verificato con appropriate ed indispensabili indagini mediante chiaramente un'attenta lettura della Genesi, la veridicità di questa falsa ed inesatta credenza popolare.

La mela quindi non è certamente il frutto proibito di Adamo ed Eva, ma secondo il mio punto di vista non lo è neanche il fico.
Il fico non avrebbe potuto dare ad Adamo ed Eva la conoscenza del bene e del male.
Ne parlerò nel mio prossimo articolo.

louisius76
Messaggi: 13
Iscritto il: 09/12/2012, 22:42

Re: Mela

Messaggio da louisius76 » 09/12/2012, 23:09

La mela secondo me e anche secondo molti articoli che ho trovato in rete è veramente il vero frutto per l'uomo.

Meditate gente. :shock:

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Mela

Messaggio da Luca » 01/05/2013, 20:25

svefrutta ha scritto:Grazie luca! Senti ma secondo te uno deve per forza fare i vari passaggi vegetariano , vegano, crudista e poi fruttariano? oppure piano piano si può passare alla frutta senza fare mesi di transazione diciamo. Mi spiego meglio io attualmente mangio frutta a colazione e nel pomeriggio, pranzo e cena ancora no ancora ho i miei sgarri, se piano piano incomincio anche a pranzo a mangiare solo frutta e poi anche a cena può andar bene?
Ciao Sve, per gli stadi alimentari, non è proprio come le cinture di Karatè o altri sport di arti marziali, anche perchè non sempre si rimane su un livello e spesso ci si sposta da un livello all'altro con piccoli sgarretti.
E' vero però che serve una preparazione dell' organismo al cambiamento.
E' consigliato fare dei passi, e fare delle transizioni, che a seconda dell'età saranno più o meno lunghe, ma comunque meglio sempre tenere presente la pulizia interna in questi passaggi.

Ci sono vari modi e varie tecniche personalizzate da ognuno per fare questi passaggi, ma come dico spesso;
"...a meno che non ci siano problemi gravi di salute meglio andare con calma" ;)

Sul melarismo, chiedetevi prima perchè? Cosa voglio ottenere ?
E sopratutto non abbiate fretta e sulla mela sopratutto non consideratelo un frutto perfetto...
E' sicuramente ottimo frutto, molto buono, ma primo, non si trova in tutte le stagioni (le mele di adesso sono quelle congelate dell'autunno passato, e sono spesso marce dentro), e poi(ma su questo si può discutere) si trovano difficilmente nelle zone tropicali..e per mie convinzioni di vita tropicale umana, ne deduco che non siano la dieta del futuro per l'uomo.
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

AndreaT
Messaggi: 14
Iscritto il: 17/10/2013, 8:19

Re: Mela

Messaggio da AndreaT » 17/10/2013, 14:25

Luca ha scritto:Sul melarismo, chiedetevi prima perchè? Cosa voglio ottenere ?
E sopratutto non abbiate fretta e sulla mela sopratutto non consideratelo un frutto perfetto...
E' sicuramente ottimo frutto, molto buono, ma primo, non si trova in tutte le stagioni (le mele di adesso sono quelle congelate dell'autunno passato, e sono spesso marce dentro), e poi(ma su questo si può discutere) si trovano difficilmente nelle zone tropicali..e per mie convinzioni di vita tropicale umana, ne deduco che non siano la dieta del futuro per l'uomo.
Alt! Non confondiamo le carte gente... La mela non c'è nelle foreste ad alti fusti tropicali, e questo è vero. Ma il melo (soprattutto stark) trova la sua massima espressione, longevità, fruttificazione (addirittura scalare) e salute esattamente tra i 600 e i 1200 metri, nella fascia equatoriale. In effetti, nella Rift Valley (attuale Kenya, piena fascia equatoriale, 800mt di altitudine) ci sono ancora moltissimi meli (anche se sono drasticamente diminuiti rispetto a quando l'uomo l'abitava, qualche milione di anni or sono).
Oltretutto ricordiamoci che, in natura, non esistono i cosiddetti caducifogli! Quando le foglie cadono (sono i polmoni della pianta, non dimentichiamolo) questo è un meccanismo di sopravvivenza della pianta stessa, che sta soffrendo temperature e/o umidità ASPECIFICHE per l'albero.
Il melo, ai tropici, tra i 600 e i 1200 metri di altitudine, è sempreverde!

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Mela

Messaggio da Luca » 17/10/2013, 18:23

AndreaT ha scritto: Ma il melo (soprattutto stark) trova la sua massima espressione, longevità, fruttificazione (addirittura scalare) e salute esattamente tra i 600 e i 1200 metri, nella fascia equatoriale. In effetti, nella Rift Valley (attuale Kenya, piena fascia equatoriale, 800mt di altitudine) ci sono ancora moltissimi meli (anche se sono drasticamente diminuiti rispetto a quando l'uomo l'abitava, qualche milione di anni or sono).
Oltretutto ricordiamoci che, in natura, non esistono i cosiddetti caducifogli! Quando le foglie cadono (sono i polmoni della pianta, non dimentichiamolo) questo è un meccanismo di sopravvivenza della pianta stessa, che sta soffrendo temperature e/o umidità ASPECIFICHE per l'albero.
Il melo, ai tropici, tra i 600 e i 1200 metri di altitudine, è sempreverde!
Certo appunto, chi viva alla Rift Valley la mangi li. ;)
Io se dovessi avere un ecovillaggio tropicale, credo che il melo sia proprio uno degli ultimi frutti che mi verrebbe in mente di piantare.
Quelle poche mele stark, rosse verdi e altre che ho mangiato ai tropici pur che biologiche avevano un pessimo gusto tanto che mi è passata la voglia di mangiarle.
Preferisco la meraviglia di altri frutti meravigliosi tropicali, dai mille colori e dai gusti pieni e intensi.
La mela è un frutto medicina come tanti altri, utile per alcuni e per alcune sintomatologie.
Curarsi naturalmente con la mela è fantastico, ma secondo me tutt'altro che l'unico frutto adatto per l'uomo.
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

AndreaT
Messaggi: 14
Iscritto il: 17/10/2013, 8:19

Re: Mela

Messaggio da AndreaT » 19/10/2013, 10:50

Luca ha scritto:
AndreaT ha scritto: Ma il melo (soprattutto stark) trova la sua massima espressione, longevità, fruttificazione (addirittura scalare) e salute esattamente tra i 600 e i 1200 metri, nella fascia equatoriale. In effetti, nella Rift Valley (attuale Kenya, piena fascia equatoriale, 800mt di altitudine) ci sono ancora moltissimi meli (anche se sono drasticamente diminuiti rispetto a quando l'uomo l'abitava, qualche milione di anni or sono).
Oltretutto ricordiamoci che, in natura, non esistono i cosiddetti caducifogli! Quando le foglie cadono (sono i polmoni della pianta, non dimentichiamolo) questo è un meccanismo di sopravvivenza della pianta stessa, che sta soffrendo temperature e/o umidità ASPECIFICHE per l'albero.
Il melo, ai tropici, tra i 600 e i 1200 metri di altitudine, è sempreverde!
Certo appunto, chi viva alla Rift Valley la mangi li. ;)
Ok, ma se ammettiamo che l'uomo ha avuto origine lì, è scorretto dire che l'uomo, ai tropici, non la troverebbe...non trovi? Poi, che possiamo mangiare molti altri frutti e averne comunque un ottima salute, su questo non c'è il minimo dubbio (viva la frutta!), ma questo è un altro discorso, secondo me...

Avatar utente
Giuseppe
Messaggi: 36
Iscritto il: 04/08/2013, 8:16

Re: Mela

Messaggio da Giuseppe » 02/01/2014, 14:39

Buongiorno!!
E' la prima volta che scrivo.
Sono crudista da qualche mese, non sempre al 100% varia anche dal mio umore
La mia domanda e' essendo che a me la mela piace tantissimo,per arrivare ad un'alimentazione di sole mele, almeno provarci per qualche periodo, mi conviene aspettare che la mia disintossicazione sia ad uno stato piu' avanzato.
Grazie
Giuseppe
“Il digiuno è il primo principio della medicina.”
Rumi

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2643
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: Mela

Messaggio da Luca » 02/01/2014, 21:26

Giuseppe ha scritto:Buongiorno!!
E' la prima volta che scrivo.
Sono crudista da qualche mese, non sempre al 100% varia anche dal mio umore
La mia domanda e' essendo che a me la mela piace tantissimo,per arrivare ad un'alimentazione di sole mele, almeno provarci per qualche periodo, mi conviene aspettare che la mia disintossicazione sia ad uno stato piu' avanzato.
Grazie
Giuseppe
Ciao Giuseppe, benvenuto :D
Fai dei piccoli periodi a sole mele, magari fai il pasto di sole mele e la sera verdure crude o cotte di tuo gusto o comunque segui il tuo corpo e cosa t richiede.
Abituati pian piano ad un alimentazione fluida e leggera.....
Io darei molta attenzione alla pulizia interna, attraverso una lenta transizione con appunto frutta e vegetali, più o meno come la descriviamo nel libro Fruttalia.
Grazie
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Giuseppe
Messaggi: 36
Iscritto il: 04/08/2013, 8:16

Re: Mela

Messaggio da Giuseppe » 03/01/2014, 19:35

Grazie a te!!
“Il digiuno è il primo principio della medicina.”
Rumi

Avatar utente
Akira
Messaggi: 788
Iscritto il: 26/02/2011, 12:41

Re: Mela

Messaggio da Akira » 24/01/2014, 9:04

Quale varietà è meglio?
Renetta, delicious, green...

Rispondi