Riconoscere la fame

Tutto ciò che riguardo la salute e il benessere attraverso nutrizione, movimento e rimedi semplici e naturali
La "La verità è sempre semplice !" Cerchiamo assieme sulle soluzioni più efficaci e naturali per un benessere e salute con buonsenso e semplicità. (BS2)
Avatar utente
Silver
Messaggi:743
Iscritto il:16/02/2011, 10:27
Località:TORINO
Contatta:
Re: Riconoscere la fame

Messaggio da Silver » 28/01/2012, 17:51

Epineo, in passato avevamo già toccato questo tema e qui c'è un articolo che potrebbe interessarti
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

stefanotorcellan
Messaggi:206
Iscritto il:05/11/2011, 1:47

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da stefanotorcellan » 29/01/2012, 2:06

Ciao EpiNeo, ho dimenticato di dirti, che io ho conosciuto telefonicamente un adepto dell' istintoterapia che ha fatto il corso d' istintoterapia al castello di Montramè vicino a Parigi, e l' ultima volta che ci siamo sentiti, era tornato per lavorare proprio al castello, fausto ha tradotto il libro originale di Burger e me l' ha spedito a casa su mia richiesta,
Fausto è molto disponibile, ed ha anche un sito, potresti chiedere a lui se ti può mandare a casa il libro di Burger tradotto, questa sarebbe sicuramente la cosa migliore.
Fausto è il più grande esperto di frutta ( di tutto il mondo) che conosco.
Basta cercare su google, Fausto Levantesi e troverai anche il suo numero di telefono, che io in questo momento non ho perchè
l' ho perso insieme alla mia agenda "storica".
Al Castello di Montramè, tengono ancora i corsi d' istintoterapia, potrebbe essere un idea andare a fare un bel corso.
Anche per questo basta parlare con Fausto, se lo chiami salutalo da parte mia. Grazie e Ciao.

EpiNeo
Messaggi:94
Iscritto il:24/01/2012, 10:34

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da EpiNeo » 29/01/2012, 10:23

Silver e Stefano grazie a entrambi.
Sto iniziando a fare tesoro dei consigli e link che mi avete dato.

Di Fausto ho trovato anche un blog:
http://makeupyourowndamnmind.blogspot.com/
C'è un warning per vegani e vegetariani, vado a farmi "stuzzicare" su argomenti carnofili,
se non torno è perché non ho retto! :D

Vi terrò aggiornati! :)
Ciao!

Avatar utente
Silver
Messaggi:743
Iscritto il:16/02/2011, 10:27
Località:TORINO
Contatta:

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da Silver » 29/01/2012, 22:25

EpiNeo ha scritto:S... vado a farmi "stuzzicare" su argomenti carnofili,
se non torno è perché non ho retto! :D
Nun ce provà...
Il cambiamento è inevitabile, la crescita personale è una scelta!
Immagine

EpiNeo
Messaggi:94
Iscritto il:24/01/2012, 10:34

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da EpiNeo » 30/01/2012, 11:04

Silver eccomi! Ce l'ho fatta! Ho letto un po' di materiale senza cedere a mangiare carne! :D
Pensavo peggio in realtà.

Stefano, Fausto ricambia e ti saluta, dice che se vuoi contattarlo è su facebook e su skype.

Chi volesse il libro "Manger vrai" tradotto da Fausto in doc o pdf me lo può chiedere direttamente.
Ciao!

stefanotorcellan
Messaggi:206
Iscritto il:05/11/2011, 1:47

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da stefanotorcellan » 30/01/2012, 12:28

Ciao EpiNeo, grazie per aver salutato Fausto da parte mia.
Non so EpiNeo, se sai che Nicole Burger, la moglie di Guy-Claude Burger, è morta di cancro all' utero dopo quasi 30 di Istintoterapia.

Nicole Burger è morta a causa dell’alimentazione. E' questo che ha detto suo marito Guy-Claude Burger, colui che ha ideato questo sistema alimentare, in una lettera che ha spedito a tutti gli instinctos, per annunciare la morte della moglie. Con questa lettera, Guy-Claude Burger realizzò così il volere di Nicole che aveva desiderato che la sua dolorosa prova potesse essere utile agli altri.

Nella lettera, Burger ha denunciato anche la morte di altri 5 adepti, che proprio grazie all' Istintoterapia, erano guariti di un tumore o di cancro, e dopo degli anni ( da 2 a 18 anni) sempre con l' Istintoterapia, si erano ammalati ed erano morti di un altro tipo di tumore o di un altro tipo di cancro.

Burger, era riuscito ad appurare, che le uniche proteine con cui si nutrivano, nel pasto serale ( cena ), tutti questi adepti morti, erano rappresentate da carne ( cruda). La moglie, negli ultimi 6 o 7 mesi, aveva mangiato 2 etti di carne cruda al giorno.

La lettera ce l’ ho a casa mia, e l’ ho avuta da Mario, un mio amico che praticava l’ Istintoterapia da 5 anni, dopo aver frequentato i corsi al castello di Montramè vicino a Parigi.

Guy-Claude Burger, dopo indagini su tutte queste morti, ed esperimenti su se stesso, disse che probabilmente erano stati gli animali selezionati dall’ uomo, con cui si nutrivano queste persone, a farle andare fuori dall’ istinto alimentare, trascinandole in un circolo vizioso dove le uniche proteine che consumavano ogni giorno erano: carne.

Alla fine della lettera, Burger mette in guardia tutti gli instinctos da un carnivorismo esagerato.
" Pour me permettre de mettre en garde tous les instinctos qu’ une tendance à un carnivorisme exagèrè pourrait mettre en danger."

Nicole, già nel 1972 ebbe una importante emorragia per un fibroma che espulse poi spontaneamente.
La situazione si era poi stabilizzata fino al 1991, quando ricominciarono i sanguinamenti dall’ utero.
Nel 1992 la situazione si aggravò e lei consultò un ginecologo che constatò la presenza di cellule cancerogene e consigliò a Nicole l’ operazione d’ urgenza.
Lei decise invece di provare prima differenti metodi o sistemi terapeutici: Dr. Hamer, pensiero positivo, sviluppo personale, Jacques Salomè, ecc.
Il male non regredì e nel 1993 si sottopose ad un irradiazione che aggravò la situazione.
Fu allora la volta della chemioterapia intensiva, con 3 perfusioni successive, in gennaio e in febbraio nel 1994.
Si fece anche prescrivere un concetrato alimentare, Renutril da 500 ml. contenente proteine del latte, idrati di carbonio, caseinato di sodio ecc.
Dopo di che, subentrò un infiammazione polmonare con rischio di soffocamento e fu ricoverata d’ urgenza all’ ospedale dove gli fecero immediatamente una perfusione di glucosio insieme ad antibiotici, Nicole continuò a prendere il Renutril.
Su consiglio del marito, Nicole riprese con l’ Istintoterapia, e dopo 3 giorni, aveva iniziato a respirare meglio. Insieme al marito era riuscita a fare un viaggio profondo sulle cause della malattia, psichiche e psicologiche, sui traumi dell’ infanzia e sugli errori commessi con l’ Istintoterapia.
I polmoni però si riaggravarono. Nicole stava andando verso un soffocamento progressivo. Fu colpita poi da una paralisi, prima alle gambe, poi all’ intero corpo.
Morì, dopo essersi addormentata perfettamente serena, senza la minima sofferenza, il 26 marzo 1994.

Per quanto riguarda gli altri instinctos morti:
J. J. BESUCHET dopo essere guarito di un teratoma trofoblastico, morì dopo 7 anni di un sarcoma epidermico
D’ ELLY SCHNEIDER dopo la confermata guarigione di un melanoma, morì dopo 18 anni di un altro tipo di cancro (non specificato).
MONSIER LEFFORT guarito di metastasi in tempo record, morì 2 anni più tardi di tumore cerebrale.
JEANINE NICOLAUS morta per cancro.
UN GIOVANE INSTINCTO SVIZZERO morto per un tumore che si è presentato dopo che in 3 mesi aveva mangiato un maiale intero, chiaramente crudo.


BURGER non ha preso in considerazione la fisiologia e l' anatomia comparata, che fanno capire chiaramente che l' uomo è frugivoro.
E' chiaro che l' Istintopterapia dovrebbe essere praticata con il cibo ( frutta ) o con i cibi ( frutta e verdure a foglia verde ), adatti all' all' uomo.
Burger e sua moglie, nel tentativo di porre rimedio alla malattia provando diversi metodi o sistemi terapeutici, non hanno considerato il digiuno, per il fatto che Burger credeva fermamente che il digiuno non poteva portare niente di buono se non proveniva dall' istinto.
Un altro grave errore da parte di Burger, è non aver interpretato e considerato nel giusto modo, un importantissima regola da lui stesso ideata e posta come base fondamentale per la pratica dell' istintoterapia, che dice, che non si deve praticare l'Istintoterapia su cibi denaturati meccanicamente, perchè inganna l' istinto alimentare e porta fuori il corpo dal giusto equilibrio nutrizionale.
Denaturazione meccanica, nel gergo dell' Istintoterapia, significa tagliare, spremere, estrarre, centrifugare, frullare, condire, sovrapporre, macinare, ecc.
E' denaturata meccanicamente, quindi, un arancia tagliata o spremuta, o una carota centrifugata.
Secondo questa regola e secondo Burger, il cibo si deve presentare sulla tavola come lo fornisce la natura, quindi intero.
Burger però, offre ai suoi ospiti al castello di Montramè, animali morti, tagliati a pezzi e dissanguati ( spremuti), e non animali interi e vivi.
E' chiara la contraddizione.
Io nelle mie lettere a Fausto Levantesi, feci presente questa pura contraddizione, ma lui mi rispose che io ero soltanto prevenuto sulla carne, i nostri scambi di opinione finirono così.

Non c' è cieco più cieco, di chi non vuole vedere, e non c' è sordo più sordo di chi non vuole sentire.

EpiNeo
Messaggi:94
Iscritto il:24/01/2012, 10:34

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da EpiNeo » 30/01/2012, 16:07

Ciao Stefano,
non conoscevo la storia che mi hai raccontato.
Per leggere il blog di Fausto mi sono preparato a sentir dire cose che potrei non condividere, ma onestamente non sarei arrivato a riconsiderare il mio veganesimo.
Ricordo che da piccolo mia madre mi dava la carne trita cruda e condita, la mangiavo ma non ne andavo affatto matto, e più diventavo grande più questa carne trita non mi piaceva, infatti smisi di mangiarla.

Che voi sappiate esiste qualche individuo o popolo che caccia con le proprie mani e mangia la preda ancora calda senza cucinarla (a parte Mark Zuckerberg che non si sa come li cucina)? Insomma degli uomini che mangiano carne un po' come fanno i felini. Provo a cercare in rete...

Ciao!

Lucia
Messaggi:55
Iscritto il:31/08/2011, 20:02

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da Lucia » 30/01/2012, 21:56

Silver ha scritto: Il nostro istinto è praticamente vittima di almeno due cose: le influenze fisiche e le influenze mentali.
Per influenze intendo qualcosa che è generato da una motivazione non naturale.
Per esempio le droghe (e i cibi che hanno effetti simili) inducono il corpo a chiedere cibo (es. fame chimica)
La mente crea tantissime occasioni per cui copre l'istinto: ricordi (il cibo dell'infanzia), induzioni ipnotiche (bevi coca cola), frustrazioni varie (sensi di solitudine, incomprensione, insoddisfazione dalla vita), stati d'animo vari (blocco della fame da stress, tuffo nella dolcezza per carenze affettive), cultura (alimentazione dettata dalla famiglia), vita sociale (la bevuta con gli amici).
concordo pienamente su questo. Io da lunedì a venerdì riesco tranquillamente a seguire l'alimentazione fruttariana: mattino acqua e limone, verso le due un centrifugato di mele e alla sera verdura cotta o ancora frutta; tutto questo senza imposizioni (non sento proprio necessità di qualcosa di più). Inoltre lo stimolo della fame (come dicevi tu Silver) si presenta dolcemente, senza crampi allo stomaco o voglie strane.
La musica cambia il sabato e la domenica, non so come succeda ma quando siamo tutti a casa (che abbiamo ospiti o meno) diventa difficile dire sempre no a uno stuzzichino o a un bicchiere di vino in compagnia.
Ecco, in quei due giorni conosco gli stimoli della FALSA fame (crampi, vuoto allo stomaco e anche nausea se non metto subito qualcosa sotto i denti); paradossalmente, sembra che più pasticcio più il mio corpo richieda cibo e ancora cibo. Beh...detto così sembra che mi dia alle grandi abbuffate in realtà le quantità che riesco a mangiare sono proprio modeste e comunque solo a pranzo (alla sera nulla); ma lo stesso mi viene una raaabbia...la vivo male questa cosa e non so come fare!!! Penso che per cambiare devo proprio capire cosa rappresentano per me quei momenti.
Pensate...sono arrivata ad essere felice quando arriva il lunedì così posso riprendere il mio trantran.
Avete dei consigli? Grazie!!!!

stefanotorcellan
Messaggi:206
Iscritto il:05/11/2011, 1:47

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da stefanotorcellan » 01/02/2012, 8:51

Ciao EpiNeo, la storia di Nicole Burger la può conoscere solo chi ha letto la lettera di Guy Claude Burger.
Non credo, che Fausto faccia nel suo sito una grande pubblicità delle morti avvenute nell' ambito dell' istintoterapia.
Uomini che cacciavano e mangiavano le prede calde e crude erano gli Esquimesi, prima che andassero ad abitare nelle case in Canada, quando ancora vivevano negli igloo.
La prima cosa che mangiavano, era il fegato della foca appena uccisa.
Ma sicuramente, ancora oggi ci saranno dei popoli che mangiano la carne degli animale cacciati senza cucinarla, quando ancora la preda è calda, visto che sembra, che ci siano ancora nel nostro pianeta circa 100 popoli o piccole comunità che non hanno mai visto l' uomo bianco. Questo l' hanno detto in una trasmissione dove appunto parlavano di popolazioni che vivevano di caccia e raccolta.

EpiNeo
Messaggi:94
Iscritto il:24/01/2012, 10:34

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da EpiNeo » 01/02/2012, 15:00

Ciao Stefano, grazie delle info.
Chiarito questo, non è che adesso mi interessi molto di chi e come mangia carne cruda, quindi per me possiamo anche cambiare argomento. :D :D :D
Abbiamo fame di fame! :)

stefanotorcellan
Messaggi:206
Iscritto il:05/11/2011, 1:47

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da stefanotorcellan » 03/02/2012, 20:30

Ciao EpiNeo, anche per me possiamo cambiare argomento.
Se ho continuato a parlare"di chi e come mangia carne cruda" è per rispondere a questa tua domanda :
-Che voi sappiate esiste qualche individuo o popolo che caccia con le proprie mani e mangia la preda ancora calda senza cucinarla (a parte Mark Zuckerberg che non si sa come li cucina)? Insomma degli uomini che mangiano carne un po' come fanno i felini.
Se non facevi questa domanda, per me il discorso era già finito. Ciao.

EpiNeo
Messaggi:94
Iscritto il:24/01/2012, 10:34

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da EpiNeo » 03/02/2012, 22:07

Ciao Stefano!
Si certo, e ti ringrazio molto delle info :)
Era solo un modo spiritoso per dire che per l'argomento carne sono "soddisfatto", forse mi è uscita male la frase e sembrava poco educata...
Grazie!

stefanotorcellan
Messaggi:206
Iscritto il:05/11/2011, 1:47

Re: Riconoscere la fame

Messaggio da stefanotorcellan » 06/02/2012, 0:37

Ciao EpiNeo, tutto ok. Ciao.

Rispondi