Caduta e ingrigimento dei capelli secondo Arnold Ehret

Ginnastica facciale, cure naturali per la pelle del viso, relazione intestino tossine e capelli. Come lavorare in modo semplice e naturale per rigenerazione e ricrescita.
Rispondi
Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Caduta e ingrigimento dei capelli secondo Arnold Ehret

Messaggio da Luca » 30/06/2016, 22:57

Arnold Ehret ha scritto:
Mentre i medici non possono diagnosticare i disturbi della digestione per mezzo di microscopi e provette, alcuni "ciarlatani” possono determinare il processo maleodorante del deperimento interno usando la semplice diagnosi dei capelli. Oggi persino gli adolescenti, che sembrano essere forti e in perfetta salute, hanno un alito cattivo orribile e sono sorpresi per la perdita dei loro capelli o che cominciano a diventare grigi. A questo punto devo dire qualche parola in più sui capelli che diventano grigi. Come già accennato, il contenuto di aria aumenta nei capelli che diventano grigi e suppongo che questa "aria” è fatta almeno in parte di gas maleodoranti. Suggerisco ai chimici intelligenti di verificare la presenza di un acido solforoso, che spiegherebbe anche la diminuzione dei pigmenti nei capelli, perché è risaputo che l’anidride solforosa candeggia. Sono perfettamente sicuro, particolarmente grazie ai miei interessanti e numerosi esperimenti sul mio proprio corpo, che la causa principale della perdita dei capelli può essere soltanto interna. Non sorprende che l’intero capello, radice inclusa, diventi bianco, muoia e cada se consideriamo che i capelli, le "tubature del profumo” (”camini di scarico”) devono scaricare costantemente gas maleodoranti, acri e molto probabilmente saturi di anidride solforosa, al posto di fragranze naturali e profumate. Con questa spiegazione sostengo di aver trovato la causa della calvizie e di aver mostrato un modo inequivocabile di curarlo. Le fotografie inserite nell’appendice, rafforzano le mie ipotesi. Devo aggiungere che moltissimi miei capelli erano diventati grigi e cadevano durante il periodo dell’infiammazione cronica dei miei reni, accompagnata da una grave ansia (immagine 3). Dopo aver iniziato il mio processo di guarigione con una dieta e aver curato la grave malattia, i miei capelli grigi diminuirono, e i miei capelli ritornarono folti (immagine otto). Dato che le cause principali per la perdita dei capelli sono i disturbi della digestione e del metabolismo, ne consegue che soltanto curando quelle aree può avvenire l’alleviamento dei sintomi. Credo che questi risultati possano dare la speranza, anche alle persone completamente calve, dopo il fallimento delle lozioni per capelli. Dato che la causa non è esterna non può essere eliminata dall’esterno. Può persino nuocere l’uso di troppi prodotti per i capelli, dato che molti contengono sostanze pungenti e inorganiche (come le tinture per capelli). Solo le lozioni a base di erbe, come le tinture all’ortica, possono essere di qualche utilità per i capelli. Questo non tanto dovuto ai componenti dell’ortica in sé, ma alle erbe odorose e volatili e alle sostanze grasse incluse, che assomigliano al profumo naturale emanato dai capelli sani e giovanili. Sono più che desideroso di consigliare coloro che già stanno perdendo i capelli o chi soffre per la calvizie. Non esiste una panacea generale e chi comprende il mio discorso comprenderà anche che i consigli devono essere individuali. Con gli effetti della mia dieta sulla produzione del sangue e sul metabolismo posso garantire la giusta alimentazione del cranio e la soluzione anche per la più grave perdita di capelli se i miei consigli vengono seguiti correttamente. Suggerisco ad ogni ricercatore intelligente di leggere "Der Seele di Entdeckung" (La Scoperta dell’Anima) del Dott. Jaeger. Questo libro offre un’introduzione della scienza naturale nel mondo dei profumi che, secondo il mio parere, fa luce su segreti come la dieta, la vita spirituale e il sesso. I bei capelli sono non solo un fattore importante dell’immaginazione e dell’attrazione, ma sono principalmente una manifestazione dell’aprirsi, della fioritura della vita, proprio come avviene con i fiori che si schiudono. L’incredibile numero di persone calve del mondo odierno deve essere visto come sintomo della diminuzione della forza dell’individuo e del declino di un popolo. I capelli folti e lucenti sono non solo il segno di vita giovanile ed energica, ma anche rafforzano l’energia vitale. Io sono la prova evidente che anche per una persona prossima a morire una rinascita è possibile. Tutti i sintomi dell’invecchiamento sono malattie latenti, accumuli di muco e problemi di circolazione causati dal muco. Chiunque che, dopo qualsiasi malattia, passi attraverso un sistema di guarigione e segua una dieta senza muco, o digiuni per ripulire il suo corpo dalle cellule morte, consegue un aspetto più giovanile e priva ogni malattia delle sue fondamenta. Per quanto apertamente manifesto pochi vogliono credere a questa possibilità. Le ipotesi formulate nei testi sono che l’unico modo di morire senza alcuna malattia sarebbe per dei disturbi del metabolismo (costipazione causata dal muco). Purtroppo questa è piuttosto l’eccezione che la regola, e morire di malattia è il caso più frequente. Se una persona mangiasse solo frutta dalla giovane età non invecchierebbe né si ammalerebbe. Ho conosciuto delle persone che con la dieta senza muco sono diventate più belle e giovanili che non le ho subito riconosciute.

Immagine
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Finlay
Messaggi: 4
Iscritto il: 19/06/2012, 10:37

Re: Caduta e ingrigimento dei capelli secondo Arnold Ehret

Messaggio da Finlay » 31/07/2017, 14:20

Ciao a tutti,
ecco a voi un'altra descrizione riguardato la caduta dei capelli con anche dei trucchi per cercare di mantenerli il più possibile.
my-personaltrainer.it/caduta_capelli.htm
Saluti a tutti.

__________________
Associazione per combattere finasteride effetti collaterali irreversibili > uniti per una cura

Rispondi