La nostra prigione senza sbarre e i nostri carcerieri

Tutte le mistificazioni, gli inganni, perpetrati alla specie umana su questo pianeta. Veri o falsi, ci facciamo le domande e mettiamo in discussionee usando il buon senso. Cerchiamo di capire più che credere
Rispondi
Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

La nostra prigione senza sbarre e i nostri carcerieri

Messaggio da Luca » 04/01/2016, 13:19

Estratto da http://blog.luniversovibra.com/come-fat ... arcerieri/

Com’è fatta la nostra prigione senza sbarre e chi sono i nostri carcerieri

È possibile che la Terra sia, in realtà, un pianeta trasformato in una prigione multidimensionale, dove non vengono intrappolati solo i corpi fisici degli esseri umani, ma anche le loro anime!

È un sistema molto ben costruito dove gli esseri umani vengono sottoposti al lavaggio del cervello e programmati per andare, dopo la morte, verso la “luce”. Questa “luce”, è un tipo di tecnologia dimensionale/spirituale che cattura le anime, le quali, vengono successivamente riciclate di nuovo sulla Terra, attraverso una reincarnazione FORZATA. Il sistema è così astuto che finora è stato molto difficile, se non impossibile, sfuggirgli.

Prima di tutto, la maggior parte degli occidentali non ha mai creduto alla reincarnazione o, addirittura, non gli è mai stata insegnata infatti, le loro religioni, nemmeno includono questa possibilità, facendo credere ai propri adepti di avere una sola vita, dopo la quale, alla morte, o si va in paradiso o si va all’inferno. D’altra parte, alcune religioni orientali credono in un percorso di evoluzione spirituale, ma anche in uno di devoluzione se per caso le azioni fatte in questa vita sono cattive. Tornare ad essere un animale, come sostenuto ad esempio dal buddismo, è impossibile perché una volta che l’anima raggiunge la consapevolezza dell’Io e dell’Amore, non può più tornare indietro.

Fino a quando le bugie saranno ben incorporate nelle credenze del popolo terrestre, il sistema non verrà mai nemmeno scalfito e nessuno potrà né sfuggirgli, né scoprire la profonda verità, la quale, ci viene tenuta nascosta da migliaia di anni.

La domanda successiva, quindi, viene da se: perché scegliere di farci dimenticare ciò che abbiamo dolorosamente e gioiosamente imparato e sperimentato durante i cicli di reincarnazione? La risposta? Perché, altrimenti, si arriverebbe sia all’esposizione del carcere senza sbarre che è la Terra, sia a quella dei suoi custodi che, molto probabilmente, arrivano da altre dimensioni.

Inoltre l’essere umano, successivamente, è stato geneticamente ingegnerizzato per vivere pochi anni, in modo da non poter raggiungere questo tipo di conoscenza e costringerlo a vivere nel falso concetto di giusto e sbagliato, di bene e male, di bianco e nero, la cosiddetta: dualità. Così l’esistenza diventa un loop di cicli di reincarnazioni e di feedback senza fine!

D: Penso che Atlantide fu sabotata dagli Anunnaki, in quanto aveva iniziato a minacciare il loro monopolio sul potere ed è per questo che, noi umani, siamo stati modificati geneticamente. Un tempo gli umani vivevano molto più a lungo. Gli Anunnaki non vogliono che viviamo fino a 3-400 anni di età, perché poi inizieremo ad accumulare tanta conoscenza occulta da iniziare a sfidarli. Loro sono robot biologici.

Fonte: http://luniversovibra.altervista.org/sc ... e-parte-1/
CHI SONO I NOSTRI CARCERIERI?

La trasformazione del pianeta Terra in un carcere per anime, sembrerebbe che sia stata l’opera di più di una singola specie o di un singolo gruppo. La prima razza a schiavizzare l’umanità sembra sia stata quella dei cosiddetti Annunaki, che hanno usato questa tecnica con il fine di garantire il continuo riciclo di corpi per l’estrazione dell’oro usato per i loro scopi.

In base ad alcune autorevoli testimonianze, le civiltà ET avanzate sarebbero autorizzate a mantenere schiava la razza umana terrestre, fino a quando non si sia risvegliata. Quando la razza schiavizzata inizia a risvegliarsi sul piano spirituale, dovrebbe essere autorizzata a continuare liberamente il proprio viaggio, ma per quanto riguarda gli esseri umani terrestri, non sembra che sia così!!!

Attualmente, la razza dei cosiddetti “Grigi” potrebbe trovarsi in cima alla piramide di comando grazie alla propria capacità multi-dimensionale, ma esistono informazioni che sostengono che i veri Signori Supremi del nostro pianeta, compreso il controllo dei Grigi stessi, siano una specie rettile, anch’essa multi-dimensionale, detta: Draco!!

Chiunque essi siano, come precedentemente rivelato, hanno manipolato il nostro DNA per “garantire” il rapido deterioramento dei nostri corpi fisici e, quindi, una breve durata di vita.

Ci tengono in una continua condizione di stress; sempre occupati da insensata “merda” che la maggior parte degli umani considera indispensabile alla vita; sfruttati e consumati da lavori logoranti e sottopagati, causa di una vecchiaia di malattie!


DI COSA, I NOSTRI CARCERIERI, SI NUTRONO?


Questi “Signori della Luce” ci spogliano, dopo la morte, di tutti i nostri ricordi e di tutte le esperienze fatte, in pratica, della coscienza stessa. Signori di una Luce che ora conosciamo come il terzo sigillo, nel plesso solare del corpo. Sigillo che si trova all’interno della dualità, proprio sotto il quarto sigillo situato vicino al Cuore. Sigillo che rappresenta Potenza e Controllo.

Sono i tiranni finali, residenti da qualche parte nel terzo sigillo. È possibile che si nutrano di tutte le nostre emozioni scaturite dalle nostre esperienze, ampliando e mantenendo, in tal modo, la loro essenza senza dover, effettivamente, sperimentare la vita 3D, in quanto, hanno perso il legame organico con la Sorgente. In pratica un programma di realtà virtuale!

Attraverso il parassitaggio delle nostre esperienze, ottengono tutta la saggezza e la conoscenza costringendoci, come anime, a riciclarci in un altro corpo: La “macchina” perfetta per la raccolta delle coscienze.

Nel film The Matrix, le “macchine” sfruttano l’elettricità del corpo umano, uno scenario eufemistico per descrivere un problema molto, molto più profondo, più sinistro e multi-dimensionale in natura.

CONCLUSIONE

Ma la verità ci renderà liberi. Già la semplice conoscenza di tutto questo basterà per arrestare questo infame ciclo. Dopo la morte non bisogna andare verso la luce, ma proseguire avanti fino al punto zero, la Vera Fonte. Nel peggiore dei casi, se si deve tornare in questo mondo, voi, come sovrani esseri spirituali, avrete la possibilità di tornare con la memoria piena e completa di tutte le vostre conoscenze ed esperienze passate.
D: C’è un problema con la nostra cultura – abbiamo davvero paura della morte, ma è solo un cambiamento di vibrazione di frequenza. Il problema è, credo, che quando moriamo, le nostre anime sono catturate da una ‘macchina elettronica dell’anima‘, che ci rinvia indietro dopo aver completamente spazzato via la memoria.

Penso che la Luna sia molto interessante da studiare. Vi è un dispositivo ‘Cattura Anime’ sulla Luna che viene continuamente programmata, dai media in film come Poltergeist e Ghost, a ‘muoversi verso la luce’ – la luce è, in realtà, parte di una macchina ‘Cattura Anime’ che ci rimanda a reincarnarci. Il film del 2009, Moon, di Duncan Jones, mostra il gioco abbastanza chiaramente … forse si dovrebbe intervistare Robert Morningsky su questo.

Forse il modo migliore per gli esseri umani di schivare questo processo, è di allontanarsi dalle proiezioni olografiche apparenti di Cristo, Maometto e di altre figure religiose che di solito incontriamo quando siamo nella fase crossing over dell’esperienza di transizione vita-morte.

C’è un sistema di controllo tra Saturno e la Luna. Saturno sta controllando la nostra linea del tempo – ma sta per essere colpito, progressivamente, da un sacco di meteoriti – il sistema di controllo sta per essere danneggiato. Potrebbe non perdere tutta la sua potenza, ma sta per perdere un po’ di essa.

K: A cosa ti riferisci quando parli di controllo su Saturno?

D: Saturno è Chronos – Saturno è lì per controllare la nostra frequenza ed è essenzialmente negativo. Questo sistema è controllato da alcuni gruppi Rettili. Il loro obiettivo a livello dimensionale, è quello di vampirizzare l’intero sistema. Immaginate di voler diventare un dio – cosa si dovrebbe fare? Si potrebbe cercare di catturare altre entità e tentare di nutrirsi di loro. Per fare questo, bisogna mettere tutti sulla stessa frequenza prima di raccogliere. Alla fine, l’energia ottenuta si esaurisce e bisogna trovare nuove vittime da depredare. Ciò potrebbe spiegare la fissazione occidentale ‘illuminista’ per il tempo … un esempio è la creazione di “Greenwich Mean Time” nel Regno Unito. Questa fissazione per il tempo non esiste in altre culture. Forse questa volta, però, saremo in grado di scivolare fuori della rete.

Si dice che ci fu un epoca in cui la luna non esisteva. So che è semi artificiale e che fa parte della rete di controllo collegata a Saturno. È vuota epotrebbe potenzialmente galleggiare sull’acqua.

Fonte: http://luniversovibra.altervista.org/sc ... e-parte-4/
C’è una differenza tra la vostra anima e il vostro spirito.

La vostra anima è semplicemente un dispositivo di registrazione spirituale che si suppone tenga traccia di tutte le vostre esperienze. Si trova nel quarto sigillo ed ha un ego proprio che, proprio come il nostro ego umano, può essere riprogrammato.

Invece il tuo Spirito è il tuo Dio attuale, che opera attraverso il settimo sigillo situato nel cervello. Il tuo Spirito, o Dio, è incorruttibile e può ignorare tutto questo casino!

Collegatevi al vostro Dio interno ed iniziate ad essere davvero liberi!

by NastyDusty di L’Universo Vibra
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Draco Daatson e la Setta dei Senza Sonno

Messaggio da Luca » 07/06/2016, 23:11

Estratto da questo link
http://altrarealta.blogspot.it/2011/07/ ... senza.html
Racconta in altra forma la nostra situazione attraverso uno stile romanzato, ma molto chiaro ;)

venerdì 22 luglio 2011

Draco Daatson e la Setta dei Senza Sonno

Parliamo ora di uno dei piu' grandi misteri, chi era Draco Daatson e la sua Setta dei Senza Sonno.

Un Libro su Draco Daatson non esiste in forma scritta. Le frasi da lui pronunciate sono sempre state tramandate per via orale, da bocca a orecchio, per secoli. I suoi monaci-guerrieri le imparavano a memoria e ci meditavano sopra. Ed è così ancora oggi...

Draco Daatson è stato il primo, è stato il primo a intuire che il pianeta è una prigione senza sbarre, un luogo di detenzione psicologica appositamente studiato per fare in modo che gli esseri umani producano energia che serve da nutrimento per entità che si trovano su un altro piano. Di questa prigione gli uomini occupano il braccio della morte. Condannati a morire perché ancora schiavi delle leggi fisiche planetarie. Leggi che possono venire aggirate da un essere totalmente sveglio. Draco Daatson è stato il primo a comprendere che l’essere umano viene forzatamente tenuto in uno stato di SONNO affinché non si avveda mai di vivere dentro un penitenziario cosmico. Quindi ha compreso il principio primo di questo stato di sonno, il fondamento stesso della prigione: tu credi che il mondo che ti circonda sia qualcosa di esterno alla tua coscienza, qualcosa da cui ti senti separato e sul quale ti sembra di non avere potere.
Ognuno, fondamentalmente, a un livello molto profondo che non confessa nemmeno a se stesso... teme il mondo... in ogni istante della sua vita. La paura di non farcela, la paura di ciò che potrebbe accadere domani, la paura di non essere all’altezza... una generica e indefinita paura del mondo ci tiene nel sonno. Draco Daatson è stato il primo a realizzare che se la prigione può esercitare il suo potere grazie al sonno, allora un essere umano che riesce a svegliarsi diviene libero dalla prigione e dalle sue regole.

Ciò che viene tramandato è che a un certo punto pare sia comparso nel IV sec. d.C. nel primo periodo del monachesimo e abbia riunito intorno a sé un gruppo di intrepidi guerrieri, fondando la setta dei Senza Sonno, quella che poi è diventata la Scuola attraverso cui ancora oggi vengono trasmessi i principi del risveglio.
Ciò che viene tramandato è che non sia mai invecchiato e oggi sia ancora vivo, però nessuno lo ha mai visto e nessuno conosce qualcuno che lo ha visto.

Draco Daatson inizialmente intraprese il percorso in isolamento. Era stato un uomo d’armi fino a quel momento della sua vita, ma decise di rinunciare a gloria, donne e potere per vivere come un vero monaco (dal gr. monachòs=solitario). Dopo alcuni anni però si rese conto che da solo non avrebbe potuto portare l’Opera fino al compimento finale. Gli servivano gli altri esseri umani, gli servivano gli eventi della vita mondana con i quali confrontarsi giorno per giorno: le locande, il vino, le donne, gli amici, la guerra.
“L’altro riflette le tue ombre e rende più rapida la tua ascesa.” È una delle sue frasi.
Quindi cercò un gruppo di uomini e donne con i quali convivere e proseguire il cammino, un cenobio (dal gr. koinòbion=vita in comune). Fu così che riunì intorno a sé la setta dei Senza Sonno, un manipolo di arditi disposti a tutto pur di svegliarsi.
Non erano esattamente come gli altri monaci. Draco Daatson era un condottiero, un uomo d’armi, non un filosofo o un religioso. Un uomo d’armi che un giorno scopre cosa sta accadendo sul suo pianeta e decide di lavorare per svincolarsi dallo stato di sonno. Necessariamente, non potè che radunare attorno a sé uomini e donne che divennero a loro volta invincibili e temibili guerrieri, incapaci di provare paura poiché perfettamente coscienti di essere l’origine della propria realtà.
“Il guerriero o il condottiero che per un solo attimo sperano in un aiuto esterno, sono già vinti.” Queste erano le parole di Draco Daatson.
Draco Daatson trascinava i Senza Sonno nelle imprese più incredibili “perché – diceva – solo chi ha perso la paura della morte può evadere. Per poter evadere, colui che vuole evadere deve morire.”
Si narra che abbia addestrato uomini e donne a combattere già dai tempi di Atlantide, impegnandoli nella difesa della Città dalle Porte d’Oro. Ha continuato in Egitto, a Sparta, fra i Templari, nell’Ordine del Drago, durante la seconda guerra mondiale, nei moderni servizi segreti. Instancabilmente… di epoca in epoca…

Al contempo i Senza Sonno lavoravano indefessamente al loro piano di fuga: eludere le leggi psicologiche della prigione planetaria. Draco Daatson ormai sapeva che ogni vittoria esteriore era solo l’inevitabile conseguenza di una vittoria interiore... sui propri demoni. Nessun sistema filosofico o politico può cambiare il mondo dall’esterno, solo un lavoro portato avanti dal singolo individuo può realmente mutare le cose, ma deve trattarsi di individui disposti a lavorare in maniera indomita giorno dopo giorno alla trasmutazione dei loro atteggiamenti negativi, desiderosi di sottrarre se stessi al pensiero collettivo. Quando un certo numero di cellule sarà guarito, l’intero organo potrà dirsi guarito...

Continua...



tratto da un racconto di Salvatore Brizzi
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Rispondi