IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Tutti i messaggi che i film moderni o le fiabe antiche possono contenere, molto pià chiari alla luce del risveglio planetario.
Rispondi
Avatar utente
EvaSuzette
Messaggi: 65
Iscritto il: 13/05/2011, 10:54
Località: Udine
Contatta:

IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Messaggio da EvaSuzette » 03/01/2017, 19:46

Il genio ha colpito ancora.

Il castello errante di Howl vi sono una ragazzina come protagonista (sebbene per buona parte del film sia una vecchia a causa di una maledizione ricevuta), il desiderio di potere dell'uomo che spesso sfocia nella guerra, e l'elemento fantastico, con la storia ambientata in un ipotetico passato, condito però da magia, streghe, macchine ipertecnologiche, strani esseri, etc...

Una cosa che colpisce è la proprietà dei personaggi principali:
- Sophie passa da ragazzina a vecchia in un baleno (Sophie si è rassegnata a una vita grigia e abitudinaria, è già vecchia dentro, e non è sconvolta quando si ritrova anziana nell'aspetto),
- Howl è parte ragazzo, parte uccello meraviglioso, e oscilla dalla condizione di grand'uomo a quella di anti-eroe (Howl è rimasto un bambino: è potente, famoso, ma fugge dalle responsabilità, senza mai costruire qualcosa di stabile. All'inizio della storia, Howl è legato soltanto a Calcifer, che conosce il segreto del suo cuore, e anche il suo continuo errare può essere un riflesso della sua personalità libera da vincoli).
- la Strega delle Lande da temibile strega passa a nonnina dolce e indifesa (che peraltro fa tanta tenerezza quando dice a più riprese "Ma che bel fuoco!"),
- persino Markl, il bambino assistente di Howl, si tramuta in vecchio grazie a un mantello magico.


Bellissimi, amorosi alcuni personaggi, come il fuoco Calcifer Immaginee lo spaventapasseri Rapa.

Bellissima, la grafica, dai colori molto vivi.
A questo proposito, alcuni paesaggi risultano una favola: la capitale imperiale, il paese sul mare, il prato di fiori tra le montagne.

La porta stregata che dà su più luoghi!...

Alcuni temi interiori del film: l'ego e il potere, il desiderio di libertà, l'Amore incondizionato, il fatto di riuscire a vedere la bellezza che abbiamo intorno. Saggio ammonimento sull'importanza delle relazioni interpersonali

Alcune frasi:
Howl: "Sono fuggito a sufficienza, finalmente ho incontrato una persona che sento di dover proteggere, sei tu"

Sophie: Ma quanti sono i nomi che usi, eh Howl?

Howl: Solo quelli che mi servono per vivere libero.


Howl: Ma che baccano, che cosa c'è da schiamazzare? Ah! [Grido di dolore mentre tenta di alzarsi.] Ma è terribile, ho il corpo che sembra un sasso!

Sophie: Proprio così. L'animo ha il suo peso.

Titolo: Il castello errante di Howl (Hauru no ugoku shiro).
Genere: anime, animazione, fantastico, fantasy.
Autore: Hayao Miyazaki.
Anno: 2004.
Voto: 8

“È buon pensiero, quando aspiri a grandi cose, curare le piccole. E questo include, proteggere le Anime indifese"

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Messaggio da Luca » 09/01/2017, 12:46

Eva, grazie....lo vorrei propio vedere
Ti consiglio dello stesso autore "il castello nel cielo" che anche rivedrei volentieri.
Lo hai già visto ?
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
Luca
Amministratore
Messaggi: 2642
Iscritto il: 01/02/2011, 14:44
Località: ROMA
Contatta:

Re: IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Messaggio da Luca » 17/01/2017, 13:54

EvaSuzette ha scritto: Il castello errante di Howl vi sono una ragazzina come protagonista (sebbene per buona parte del film sia una vecchia a causa di una maledizione ricevuta), il desiderio di potere dell'uomo che spesso sfocia nella guerra, e l'elemento fantastico, con la storia ambientata in un ipotetico passato, condito però da magia, streghe, macchine ipertecnologiche, strani esseri, etc...

Una cosa che colpisce è la proprietà dei personaggi principali:
- Sophie passa da ragazzina a vecchia in un baleno (Sophie si è rassegnata a una vita grigia e abitudinaria, è già vecchia dentro, e non è sconvolta quando si ritrova anziana nell'aspetto),
- Howl è parte ragazzo, parte uccello meraviglioso, e oscilla dalla condizione di grand'uomo a quella di anti-eroe (Howl è rimasto un bambino: è potente, famoso, ma fugge dalle responsabilità, senza mai costruire qualcosa di stabile. All'inizio della storia, Howl è legato soltanto a Calcifer, che conosce il segreto del suo cuore, e anche il suo continuo errare può essere un riflesso della sua personalità libera da vincoli).
- la Strega delle Lande da temibile strega passa a nonnina dolce e indifesa (che peraltro fa tanta tenerezza quando dice a più riprese "Ma che bel fuoco!"),
- persino Markl, il bambino assistente di Howl, si tramuta in vecchio grazie a un mantello magico.


Bellissimi, amorosi alcuni personaggi, come il fuoco Calcifer
Bellissima, la grafica, dai colori molto vivi.
A questo proposito, alcuni paesaggi risultano una favola: la capitale imperiale, il paese sul mare, il prato di fiori tra le montagne.

La porta stregata che dà su più luoghi!...

Alcuni temi interiori del film: l'ego e il potere, il desiderio di libertà, l'Amore incondizionato, il fatto di riuscire a vedere la bellezza che abbiamo intorno. Saggio ammonimento sull'importanza delle relazioni interpersonali
Finalmente visto ieri sera...devo dire che vale la pena e lo consiglio a tutti...
veramente bello, :D confermo e concordo sulla bella recensione di Eva :) ;)
TUTTO E' POSSIBILE CON LA PRATICA,LA COSTANZA E L'ALLENAMENTO !
Immagine Visita La nostra pagina INNERCLEAN ITALIA e seguici anche sul nostro canale YOUTUBE

Avatar utente
EvaSuzette
Messaggi: 65
Iscritto il: 13/05/2011, 10:54
Località: Udine
Contatta:

Re: IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Messaggio da EvaSuzette » 21/01/2017, 12:44

Questo film mi è paiciuto così tanto che lo guarderò ancora.
Calcifer è chiamato anche il mio fuoco sai Lux? :twisted:
Quando non prende bene e la fiamma è fioca, gli dico: calcifer daiii prendi bene che scaldi la casa e il cuore Immagine


Un piccolo aneddoto
In una discussione Hayao Miyazaki ha raccontato di essere rimasto sconvolto, all'epoca in cui stavano realizzando Il castello errante di Howl, quando seppe che alcuni degli animatori incaricati di realizzare le scene con Calcifer non avevano mai visto un pezzo di legno bruciare dal vero. Il regista ordinò loro di andarsene e di non tornare prima di aver osservato con attenzione un focolare scoppiettante. Solo a quel punto avrebbero potuto iniziare a lavorare alle animazioni di Calcifer.
“È buon pensiero, quando aspiri a grandi cose, curare le piccole. E questo include, proteggere le Anime indifese"

Avatar utente
EvaSuzette
Messaggi: 65
Iscritto il: 13/05/2011, 10:54
Località: Udine
Contatta:

Re: IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL

Messaggio da EvaSuzette » 23/01/2017, 16:11

Luca ha scritto:Eva, grazie....lo vorrei propio vedere
Ti consiglio dello stesso autore "il castello nel cielo" che anche rivedrei volentieri.
Lo hai già visto ?

No Luca! Grazie per il suggerimento
“È buon pensiero, quando aspiri a grandi cose, curare le piccole. E questo include, proteggere le Anime indifese"

Rispondi